Cronaca

"Ti devo sterminare", picchiata e derubata in casa a Partinico

Una donna di 34 anni è rientrata nella propria abitazione trovando un uomo che, dopo averla aggredita, è fuggito. Fuori, a fare da "palo", un complice. Alla base, secondo il racconto della malcapitata, ci sarebbero delle "questioni di vicinato"

Partinico, donna aggredita e derubata in casa (foto archivio)

Sarebbe stata derubata e picchiata in casa per "questioni di vicinato". E' quanto accaduto ad una donna di 34 anni, sorpresa nella propria abitazione di Partinico da un uomo che si era introdotto furtivamente per poi danneggiare i suppellettili di veranda e cucina. Per lei, raggiunta in un secondo momento dal marito, è stato necessario il ricovero in ospedale: le sono stati riscontrati traumi al volto ed al corpo. Sui fatti indaga la polizia.

L'aggressore era riuscito ad entrare nella casa dei coniugi mentre fuori un complice faceva da palo. Una volta rientrata, la trentaquattrenne è stata presa a calci e pugni al grido di "ti devo sterminare a te e a tutta la famiglia". Poi la fuga repentina. Dopo la tappa in ospedale i due sposi si sono accorti che anche le camere del primo piano erano state messe a soqquadro e dalla stanza da letto erano "scomparsi" 600 euro e numerosi oggetti in oro. I due hanno denunciato il fatto alla polizia, indicando anche i presunti aggressori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ti devo sterminare", picchiata e derubata in casa a Partinico

PalermoToday è in caricamento