menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spedizione punitiva al Pagliarelli, giovane accerchiato e pestato da altri 5 detenuti

Nel mirino è finito un italo tunisino in carcere con l'accusa di aver avuto una parte attiva nella tratta dei migranti coi gommoni veloci. Al vaglio della Procura e della polizia penitenziaria i video delle telecamere di sicurezza

Giovane italo tunisino pestato in carcere da cinque detenuti. L’episodio di violenza è avvenuto a Pasquetta, in uno dei cortili del Pagliarelli. Nonostante il tentativo da parte di un gruppo di detenuti di nascondere l’aggressione, le telecamere hanno ripreso tutto. E ora le immagini sono al vaglio del sostituto procuratore Gaspare Spedale e dell’aggiunto Ennio Petrigni.

Il giovane aggredito, che ha riportato ferite su tutto il corpo, si trova in carcere con l’accusa di essere stato uno degli scafisti alla guida di uno dei gommoni veloci partiti dalla Libia e diretti nelle coste siciliane. La Procura e gli agenti della polizia penitenziaria hanno avviato le indagini per chiarire il motivo della spedizione punitiva. Non si esclude alcuna pista.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento