Borgo Molara, passeggia con il suo cane e viene aggredito da un pitbull

Un ragazzo di 26 anni e il suo beagle, Matìs, sono finiti nelle grinfie di un cane: il giovane ha riportato la frattura del metacarpo, per l'animale invece diverse ferite. Provvidenziale l'intervento dei passanti e di un amico

Stava passeggiando con il suo cane, come sempre, al rientro da lavoro e prima di sedersi a tavola per la cena. Questa volta però, mentre Manfredi e il suo beagle Matìs percorrevano via Decano - a Borgo Molara - si sono ritrovati a dover affrontare un pitbull scappato da uno dei tanti villini della zona. Uno scontro senza regole che si è concluso solo dopo l’intervento di vari automobilisti e di un amico che li ha fatti salire in auto per correre dal veterinario. Il beagle aggredito ha riportato diverse ferite nella zona del collo, sul fianco e alla testa, mentre il suo padrone si è slogato un caviglia e ha riportato la frattura del quarto metacarpo nel tentativo di separarli.

A raccontare l’episodio avvenuto è proprio il giovane Manfredi. “Ci trovavamo a camminare nelle strade che io e il mio cane ogni giorno percorriamo quando siamo passati davanti a un villetta all’interno della quale ci sono tre pitbull. Li ho sentiti abbaiare, come sempre, ma non ho prestato loro attenzione. Dopo poche decine di metri uno di loro si è lanciato su di noi, azzannando il mio cane. Una scena tremenda cui ho cercato di porre rimedio provando a strappare via il mio Matis dalle grinfie del pitbull”. La sua fortuna, ha aggiunto, è che tra gli automobilisti incolonnati davanti a quella baraonda c’era anche un suo amico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non appena è stato possibile mi sono 'fiondato' nella sua macchina e ci siamo diretti a tutta velocità dal veterinario. Poi - racconta ancora Manfredi - sono andato in ospedale, dove questa mattina sono tornato per la consulenza ortopedica". Quanto accaduto ieri di certo resterà, quantomeno fino a quando non rimuoverà la "doccetta gessata", solo un brutto ricordo. "In questo caso non so se qualcuno aveva lasciato un cancello aperto o se c’è un buco nella recinzione, ma voglio lanciare un appello ai padroni di cani, soprattutto di certe razze, invitandoli a occuparsi maggiormente dell’educazione dei loro amici a quattro zampe, adottando anche tutte le precauzioni del caso per evitare problemi o scongiurare tragedie ben peggiori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento