Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Oreto-Stazione / Piazza Francesco Cupani

"Non si sale sul bus con la bici", autista dell'Amat aggredito a colpi di manganello

Il ferimento è avvenuto al capolinea di piazza Cupani, nei pressi della Stazione centrale. Il dipendente dell'Amat, in servizio notturno, vittima della furia di un passeggero. Soccorso dai sanitari del 118 e poi dalla polizia, è stato portato al Policlinico per essere curato

Ennesima aggressione ad un autista dell'Amat. Francesco Midulla, così si chiama il dipendente della società che si occupa del trasporto pubblico urbano ferito da un passeggero che voleva salire sull'autobus con una bicicletta elettrica.

Non appena l'autista gli ha fatto presente che il regolamento lo vietava, è scattata l'aggressione. Dopo un diverbio, l'uomo (forse ubriaco) ha tirato fuori un manganello ed ha colpito l'autista dell'Amat. Poi ha sferrato alcuni colpi nelle mani: uno di questi ha procurato a Midulla la frattura della falange dell’anulare della mano sinistra. Midulla ha provato invano a difersi.

Il ferimento è avvenuto sul Notturno 7 a piazza Cupani, nei pressi della stazione Centrale. Il mezzo si trovava al capolinea. L’autista (con un passato da operaio Reset) - soccorso dai sanitari del 118 e poi dalla polizia - è stato portato al Policlinico per essere curato. L'esito della Tac a cui poi è stato sottoposto è risultato negativo.

Gli agenti sarebbero sulle tracce dell'aggressore (lo avrebbero già individuato), un palermitano già noto alle forze dell'ordine. L'Amat ha consegnato ai poliziotti i nastri registrati dalle telecamere presenti sul mezzo. All'autista è giunta la solidarietà del presidente di Amat Michele Cimino, che ha parlato di "fatti intollerabili".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non si sale sul bus con la bici", autista dell'Amat aggredito a colpi di manganello

PalermoToday è in caricamento