Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Oreto-Stazione / Via Vincenzo Errante

Via Oreto: "Io, aggredito da extracomunitari e ferito dall'indifferenza dei palermitani"

Vittima del pestaggio un uomo di 45 anni, avvicinato da due persone all'incrocio con via Errante. "Ho pensato volessero rapinarmi. Alla mia reazione ne sono arrivati altri tre". Poi la tappa in ospedale, per curare graffi e lividi. La polizia ha avviato le ricerche dei responsabili

L'incrocio tra via Oreto e via Errante (foto Google)

E’ stato aggredito e picchiato in strada, ma a fargli male non sono stati i pugni presi in faccia ma l’indifferenza dei palermitani. Domenica violenta in via Oreto dove un uomo di 45 anni, Santo Lo Bocchiaro, è stato circondato e colpito da cinque persone "presumibilmente extracomunitari". Si trovava in auto, all’angolo con via Errante, quando lo hanno avvicinato in due. “Uno di loro - spiega a PalermoToday - si è buttato sulla mia auto. Ho pensato che volessero truffarmi con l’assicurazione inventando un incidente oppure rapinarmi". La situazione è subito degenerata e dopo un primo scontro corpo a corpo ne sono arrivati altri tre. Non appena ha potuto il 45enne si è divincolato e ha chiamato la polizia.

Un pomeriggio di follia in zona Oreto, terminato al pronto soccorso del Policlinico. Santo, preso alla sprovvista dai cinque, ha tentato di difendersi come poteva. "Si è trattata di una lite per futili motivi - spiegano dalla Questura - che, nelle prime battute, era sembrato un diverbio nato dopo un tamponamento". Ma le cose, stando alle parole del protagonista, non sarebbero andate esattamente così. "Appena sono sceso dall’auto - continua Santo - hanno cominciato ad insultarmi ed io ho risposto e reagito all’aggresione dei primi due. Mi hanno colpito in faccia ma sono riuscito anche io a mollargli qualche cazzotto. Poi ne sono arrivati altri tre e a quel punto mi sono arreso, indietreggiando e allertando le forze dell'ordine"

Sul posto sono arrivate due volanti che hanno avviato le ricerche per identificare i responsabili che, ormai erano fuggiti a gambe levate. Uno di loro, durante la  colluttazione, si sarebbe rotto il setto nasale. "Credo fossero nigeriani. Il mondo - aggiunge Santo - in qualche modo si è capovolto: erano loro a fare i razzisti con me urlandomi ‘italiani di merda, siete dei bastardi’. Ma la cosa che mi ha fatto più male, aldilà delle escoriazioni sul collo e dei lividi in faccia, è stato vedere tante persone intorno a me che non facevano assolutamente nulla. Nessuno ha voluto mettersi in mezzo, e questo lo posso capire, ma non hanno neanche provato a urlare, attirare l'attenzione o avvisare la polizia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Oreto: "Io, aggredito da extracomunitari e ferito dall'indifferenza dei palermitani"

PalermoToday è in caricamento