Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Insegue la compagna con un coltello, poi calci e pugni ai poliziotti: arrestato

Dopo un quarto d'ora di follia, nel cuore del centro storico, la polizia ha arrestato un romeno di 36 anni, per minacce, violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale

Minaccia con un coltello la compagna, poi completa il suo quarto d'ora di follia scagliandosi contro i poliziotti con calci e pugni. La polizia ha arrestato un romeno di 36 anni, Claudiu Bonculescu, resosi responsabile del reato di minacce, violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Gli agenti del personale dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico sono intervenuti nel cuore del centro storico, su segnalazione di una ragazza, che al "113" aveva raccontato di essere inseguita da un uomo che voleva picchiarla.

Giunti sul posto i poliziotti l'hanno "intercettata" mentre scappava da un uomo che, brandendo un coltello, la minacciava di morte. Gli agenti hanno tentato di bloccare il romeno. Ne è nata una colluttazione al termine della quale i poliziotti hanno bloccato e disarmato l’uomo. La ragazza ha raccontato tra le lacrime ed ancora visibilmente provata che l’uomo era il suo compagno e che non era nuovo ad episodi di violenza nei suoi confronti.

Gli agenti hanno cercato di calmare il trentaseienne rumeno, che però quando ha capito che stava per finire negli uffici di polizia per alcuni accertamenti in merito alla sua posizione sul territorio nazionale, ha cominciato a minacciare di morte, strattonare violentemente e colpire con calci e pugni i poliziotti. "Con non poche difficoltà - dicono dalla questura - i poliziotti sono riusciti a bloccare nuovamente l’uomo e arrestarlo per i reati di minacce, violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e portato nelle camere di sicurezza della questura". L’arresto è stato poi convalidato dal giudice.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insegue la compagna con un coltello, poi calci e pugni ai poliziotti: arrestato

PalermoToday è in caricamento