menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto, l'Enac vuole togliere la licenza alla Gesap: lo scontro finisce al Tar

L'oggetto del contendere sono 44 milioni di euro, stanziati nel piano economico-finanziario per il prossimo triennio, ma non ancora nella disponibilità della società che gestisce lo scalo

La Gesap rischia di perdere la gestione dell'Aeroporto di Punta Raisi "Falcone e Borsellino". L'Enac vorrebbe revocargli la licenza. La società per evitare che questo accada ha deciso di ricorrere al Tar. La causa dello scontro sono 44 milioni di euro. Nel piano economico-finanziario per il prossimo triennio, presentato lo scorso 11 ottobre, la Gesap ha messo su carta investimenti per lo sviluppo e l’ammodernamento dell’aeroporto che ammontano a questa cifra. L’Enac ha contestato alla società di non essere riuscita a dimostrare il possesso di questa disponibilità e ha chiesto a Gesap di reperire entro 30 giorni la somma in questione, intimando di avviare il procedimento  di revoca della concessione alla stessa nel caso in cui il denaro non venisse trovato. 

Di questa annosa vicenda si è parlato lo scorso 30 novembre, anche nel corso del Consiglio Comunale di Cinisi, azionista di minoranza della società che gestisce lo scalo. Dell’argomento ha parlato il consigliere comunale del gruppo “Helianthus” Giuseppe Ferrara, che ha proposto una mozione nella quale si chiede al sindaco Palazzolo di incontrare Leoluca Orlando che, nella doppia veste di rappresentante del Comune di Palermo e della Città Metropolitana, detiene circa il 73% della azioni Gesap. Nella mozione si chiede di pretendere che nel Cda della Gesap possa essere presente un rappresentante del Comune di Cinisi, a prescindere dalla quota di azioni detenuta dallo stesso ente.

"Crediamo che ciò sia opportuno per poter monitorare e intervenire sulle scelte relative a questa infrastruttura importantissima per il nostro territorio, sia in termini occupazionali che economici - dichiara il Movimento La RiGenerazione -. Per tale motivo non solo abbiamo firmato e condiviso questa mozione, ma abbiamo anche votato a favore nell’interesse di Cinisi e dei suoi cittadini. Attendiamo gli sviluppi di questa vicenda e auspichiamo che la stessa si risolva positivamente, nell’interesse dell’azienda e dei suoi dipendenti".

La mozione è stata votata all'unanimità. Il sindaco Palazzolo ieri ha partecipato all'incontro tra Enac e Gesap, insieme ad Orlando. "La Gesap è adempiente all'accordo di programma firmato l'8 luglio che prevede la presentazione del piano economico finanziario - spiega Palazzolo a PalermoToday -, presentazione che è avvenuta. Il piano economico non prevede che si debbano presentare i contratti di mutuo con la banca. La società ha avviato delle trattative con le banche ed è convinta di poter avere i muti entro febbraio". Nell'attesa che la giustizia amministrativa si esprima, ieri, spiega Palazzolo, "nel corso dell'assemblea il collegio dei sindaci ha detto che l'opera del consiglio di amministrazione è ineccepibile, non sono state riscontrate illeggitimità". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento