Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Aeroporto, Ferrandelli in Procura Helg: "Basta giochi politici su Gesap"

Il deputato regionale presenterà nuove documentazioni da inserire nel fascicolo sul caso della privatizzazione dello scalo palermitano. Giambrone: "Daremo massima collaborazione. Attendiamo novità sulla ricapitalizzazione da parte della Provincia"

Prosegue la polemica sul cantiere senza fine all'aeroporto Falcone-Borsellino, con il deputato regionale Fabrizio Ferrandelli che questa mattina è stato in Procura per consegnare alcune documentazioni da inserire nel fascicolo aperto pochi giorni fa. Stanco di quelli che definisce "attacchi politici" è invece il presidente della Camera di Commercio Roberto Helg. "Sono veramente stanco dei molteplici attacchi della politica a cui ora si aggiungono anche i sindacati - afferma in una nota Helg, anche vicepresidente Gesap - nei confronti degli amministratori e dei dirigenti della società di gestione dell'aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo". Al centro dell'inchiesta coordinata dai pm Leonardo Agueci e Daniele Paci sarebbero finiti anche i mega stipendi dei dirigenti Gesap e diverse consulenze milionarie.

Dello stesso avviso anche il presidente della Gesap, Fabrio Giambrone, che si dice preoccupato della mancata ricapitalizzazione da parte della politica, ritenuta conseguenza di una sterile polemica in un momento in cui ci si sta occupando di rilanciare lo scalo palermitano. "Chi come me si è sempre battuto per la difesa della legalità a 360° - spiega Helg - si è stancato degli attacchi strumentali di questo ultimo periodo e come sempre ho piena fiducia nella magistratura. Questa polemica - conclude - può rientrare in una eventuale turbativa d'asta di cui qualcuno dovrà rispondere penalmente".

Comune e Camera di Commercio di Palermo, decideranno dopo aver sentito i rispettivi organi deliberanti, se proseguire con la vendita o interromperla. "Ritengo che l'interesse di enti pubblici quali Comune e Camera di Commercio - prosegue Helg - sia quello di tutelare l’economia del  territorio della provincia di Palermo e difendere i posti di lavoro dei dipendenti dell'aeroporto. E va sottolineato il fatto che il cda Gesap ha pubblicato un bando per l'advisor che dovrà stabilire il prezzo minimo d'asta per la vendita della Gesap". Il deputato regionale Ferrandelli, nel frattempo, si è detto disponibile per fare da sponda alla Regione, affinché i milioni di euro di fondi pubblici vengano investiti nello scalo palermitano, ma si attendono la decisione della Provincia che deve mettere 10 milioni per scongiurare il fallimento dell'aeroporto.

Il presidente Giambrone intanto fa sapere che darà massima collaborazione rispetto alle indagini condotte dalla magistratura e aggiunge quasi amareggiato: "Nei giorni scorsi c'è stato un incontro organizzato dalla Regione sull'Expo di Milano ed il presidente dell'aeroporto di Palermo, da dove partono milioni di passeggeri per il capoluogo lombardo, non è stato invitato: lo scalo Falcone Borsellino è dei siciliani, non di una parte politica". E sull'importanza di trovare una risposta risolutiva per il benessere economico della Regione torna ancora Helg: "Necessario sfruttare l'opportunità di affidare a operatori del settore di alto profilo - spiega il presidente dell Camera di Commercio palermitana - lo sviluppo dell'aeroporto perchè solo chi ha competenze specifiche nel settore può portare sul territorio i turisti,  incrementando tutte le attività collegate. Spero che si possa evitare di strumentalizzare e di servirsi del Falcone e Borsellino per piccoli ed equivoci giochi di potere politico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, Ferrandelli in Procura Helg: "Basta giochi politici su Gesap"

PalermoToday è in caricamento