Spente le luci di segnalazione per gli aerei su Montagna Longa: "Nessun rischio sicurezza"

Per anni chi abita vicino all'aeroporto si è abituato a vedere la parete rocciosa illuminata. Ad oggi invece ne funziona solo una su venti. L'Enav rassicura: "Sono 'ereditate' dall'aeronautica militare, ma i moderni aerei usano sistemi satellitari e radar. Se ne sta valutando la dismissione"

Per anni il profilo delle montagne che lambiscono un lato l'aeroporto Falcone-Borsellino è stato "disegnato" dalle luci rosse di segnalazione per gli aerei. Guasto dopo guasto però si sono spente e non sono mai state riaccese. Conti alla mano, su venti ne funziona solamente una, che luce vera e propria non è. Si tratta infatti di un'antenna della Rai. Così la parete rocciosa è sostanzialmente rimasta al buio, cosa che non è sfuggita all'occhio attento dei residenti nei comuni limitrofi allo scalo. "E' un sistema di segnalazione superato dalle moderne tecnologie, i velivoli hanno tali e tante strumentazioni che rendono le luci sostanzialmente superate e se ne sta valutando la dismissione", rassicura l'Enav, che ne ha la competenza.

Le montagne attorno all'aeroporto sono tristemente note ai palermitani. Difficile infatti trovare qualcuno che non ricordi la strage di Montagna Longa. E' il 5 maggio del 1972, il volo Roma-Palermo Alitalia AZ 112 sta per atterarre ma succede qualcosa e il mezzo - con 115 persone a bordo, tra equipaggio e passeggeri - si schianta contro Montagna Longa. Nessun superstite. Una sciagura rimasta senza un perchè. Le tante piste seguite dalla magistratura si sono tramutate in una nulla di fatto e inchieste sono state archiviate. 

Quelle luci spente, quindi, non sono passate inosservate. Sono ancora utili? Perchè i guasti non sono stati riparati? La presenza di "luci di segnalazione inservibili" viene segnalata ai piloti che giornalmente atterrano all'aeroporto Falcone-Borsellino. attraverso i Notam. L'acronimo indica i "Notice to airmen": una sorta di bollettino inviato ai piloti di aeromobili o elicotteri per essere aggiornati sulle ultime informazioni disponibili di un determinato aeroporto, sul funzionamento dei radioaiuti alla navigazione e su tutto quanto possa riguardare un volo. Nel caso di Palermo, chi atterra sa che c'è una montagna e che è sostanzialmente al buio.

notam-2

La mancanza delle luci è però compensata dai moderni sistemi di navgazione. Le apparecchiature a bordo degli aerei rilevano automaticamente gli ostacoli e le procedure di atterraggio sono portate a termine in sicurezza. "La sicurezza dello scalo - dice Gianluca Colombino, segretario generale legea Cisal - è massima. Sono adottate tutte le misure più moderne per garantire che tutte le procedure avvengano senza alcuni problema. Certo, è curioso che le luci non siano state riparate. Chiederemo a Enav quali misure intende prendere. Se intende procedere alla manutenzione o se prevede altre soluzioni".

"Si tratta - replica l'Enav -  di luci 'ereditate' dall'aeronautica militare, che le aveva installate per segnalare la presenza delle montagne. Erano però gli anni Settanta. Da allora i sistemi di navigazione sono molto cambiati. Gli aerei usano sistemi satellitari e radar e i velivoli più piccoli, sprovvisti di tale strumentazione, hanno il divieto di atterrare a Palermo di notte. Le luci in questione, sostanzialmente, sono un sistema di segnalazione superato. La sicurezza dello scalo non è assolutamente in discussione. Nel resto d'Italia le montagne vicino agli aeroporti non sono segnalate proprio perchè le luci sarebbero superflue, viste le moderne le strumentazioni. Nel caso di Palermo, oltretutto, le luci sono posizionate in punti difficili da raggiungere. Frane e smottamenti ne hanno rese alcune inaccessibili. Ad altre invece si potrebbe arrivare in elicottero. E' in corso un confronto con l'Enac per valutarne la dismissione".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Uffa questa modernità! Sempre a pensare a risparmiare e tagliare senza mai pensare agli effetti a lungo termine sulle persone...

  • Per i pescatori quelle luci erano di fondamentale importanza.....peccato non vederle più.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tragedia al Tc3, morto assicuratore: 10 anni fa attraversò lo stretto di Gibilterra a nuoto

  • Politica

    Teatro Biondo, 12 candidature per il dopo Alajmo: al via la procedura di nomina

  • Politica

    A Bellolampo c'è la linea compost, ma il Comune affida ai privati lo smaltimento dei "rifiuti verdi"

  • Cronaca

    Porticciolo di San Nicola l'Arena, dimentica il freno a mano e l'auto finisce in mare

I più letti della settimana

  • Incidente in via Libertà, tre feriti gravi: "Urla strazianti, un intero quartiere è sceso in strada"

  • Terrasini, ritrovato il cadavere del 17enne trascinato in mare da un'onda mentre pescava

  • Via Oreto, muore d'infarto mentre è al volante

  • Suicidio in zona viale Lazio, si lancia dal quinto piano e muore

  • Decathlon aprirà a Palermo: il colosso di articoli sportivi nell'ex stabilimento Coca Cola

  • Inseguimento da film, furgone contromano in viale Regione si scontra con la polizia: 4 feriti

Torna su
PalermoToday è in caricamento