Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Acqua a rischio a Palermo: licenziati i 49 operai del Consorzio di bonifica

Si tratta dei lavoratori che si occupano del servizio di manutenzione degli impianti e dell'irrigazione dell'acqua nei terreni in provincia. Già scattata l'interruzione della distribuzione idrica per campagne, serre e cantine

Nei prossimi giorni è a rischio la fornitura d'acqua all'aeroporto e alla città di Palermo, garantita ancora per poco. Rischia di causare gravi danni il licenziamento dei 49 operai stagionali del Consorzio di bonifica 2 del capoluogo, che si occupano del servizio di manutenzione degli impianti e dell'irrigazione dell'acqua nei terreni in provincia, da Termini a Partinico. I lavoratori hanno ricevuto le lettere di interruzione del rapporto venerdì, alla scadenza delle garanzie occupazionali per le loro 51 giornate lavorative.

Da ieri è scattata invece l'interruzione della distribuzione dell'acqua per campagne, serre e cantine. Uno stop che arriva proprio nel momento in cui i lavoratori stagionali del capoluogo, come i loro colleghi dei consorzi delle altre province, attendevano dalla Regione il rinnovo del rapporto per effettuare le altre 100 giornate lavorative e raggiungere il tetto dei 151 giorni della campagna-irrigazione, che dura da aprile a ottobre.

A rischio dunque la distribuzione dell'acqua che dal potabilizzatore della diga Jato arriva all'aeroporto Falcone Borsellino e dell'acqua che dallo stesso impianto viene distribuita dall'Amap a Palermo. La Flai Cgil ieri ha chiesto con una lettera l'intervento del prefetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua a rischio a Palermo: licenziati i 49 operai del Consorzio di bonifica

PalermoToday è in caricamento