rotate-mobile
Cronaca

Beni culturali, siglato l'accordo per le indennità del 2021: in arrivo circa 9,3 milioni per oltre 2 mila lavoratori

Il Sadir ha firmato l'intesa con la Regione. Restano a rischio le aperture dei siti nei giorni festivi per l’anno in corso: "Se non si troverà al più presto il modo per poter remunerare il lavoro, la chiusura sarà inevitabile"

Circa 9,3 milioni da dividere a una platea di 2.100 lavoratori. Siglato l’accordo tra il dipartimento Beni culturali e il sindacati per l’erogazione del Ford 2021, il fondo regionale destinato ai dipendenti per le prestazioni effettuate lo scorso anno in musei e siti archeologici. “Con spirito di responsabilità - spiega il Sadirs  - abbiamo firmato il contratto integrativo. Questa decisione è stata presa per non penalizzare ulteriormente il personale dei Beni culturali, autorizzando così facendo il pagamento del salario accessorio ai dipendenti". 

Restano però a rischio le aperture dei siti nei giorni festivi per l’anno in corso. "Abbiamo chiesto notizie al dirigente generale Fazio relative ai pagamenti del superamento di un terzo dei festivi degli anni 2020 e 2021 e - continuano dal sindacato - purtroppo ad oggi nessuna soluzione è stata trovata. Questo pregiudica fortemente le aperture dei siti per l’anno in corso se non si troverà al più presto il modo per poter remunerare per il lavoro svolto i colleghi”.

Per il 2021 circa 3,4 milioni saranno destinati al pagamento delle varie indennità di rischio, di turnazione, di vigilanza, cambio consegne, pronta reperibilità, e altre voci. Un milione e 100 mila euro andranno agli straordinari e 4,8 milioni al pagamento della performance in base ai risultati. Per quanto riguarda il 2022, invece, il Sadirs ha portato una proposta al tavolo al fine di risolvere definitivamente il problema del pagamento del superamento dei festivi. Il sindacato, rappresentato da Pippo Di Paola e Giuseppe Salerno, ha proposto un “accordo ponte che preveda un gettone extra da quantificare, oltre a quanto dovuto per il lavoro svolto durante una giornata festiva, accordo da fare all’Aran nelle more del prossimo rinnovo contrattuale, dove si andrebbe ad inserire in maniera definitiva la soluzione anche per gli anni a venire”.

"La proposta - concludono dal Sadirs - è stata accolta con favore anche dalle altre sigle sindacali e dall’amministrazione, che ne discuterà oltre che con l’Aran anche con il dipartimento della Funzione pubblica. Nei prossimi giorni sapremo come intenderanno procedere al fine di scongiurare la chiusura dei siti, che diversamente quest’anno sarà inevitabile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beni culturali, siglato l'accordo per le indennità del 2021: in arrivo circa 9,3 milioni per oltre 2 mila lavoratori

PalermoToday è in caricamento