Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Esclusa per un tumore già asportato, palermitana riammessa al concorso per carabinieri

Così ha deciso il Tar del Lazio sul ricorso presentato da una ragazza di 23 anni scartata dopo aver già fatto alcune delle prove selettive. Le direttive tecniche, però, prevedono tra le cause di non idoneità le neoplasie maligne riscontrate al momento degli accertamenti

Al momento degli accertamenti psicofisici, e dopo aver già superato la prova preliminare, le prove di efficienza e la prova scritta, era stata giudicata non idonea per un "pregresso melanoma" e dunque scartata dal concorso per allievi marescialli. Ma, come dimostrato dal suo avvocato, la norma prevede che il candidato venga escluso solo se viene riscontrato un tumore maligno alla data della selezione. Il Tar del Lazio, sezione prima bis, ha accolto il ricorso di una palermitana di 23 anni disponendo la sua ammissione con riserva all’iter concorsuale per il 12° corso 2022-2025.

La candidata, 3 anni prima di partecipare al concorso, si era sottoposta a un’operazione chirurgica per l’asportazione di un "melanoma cutaneo in situ alla gamba senza segni di infiltrazione". Motivo per cui, tra l'altro, era stata già esclusa da un’altra selezione. La giovane ha quindi presentato ricorso con l’assistenza dell’avvocato Gabriele Licata il quale, richiamando l’articolo 582 del Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di ordinamento militare e le direttive tecniche, ha sottolineato come la normativa non preveda, tra le cause di non idoneità, i "pregressi melanomi" ma soltanto i tumori maligni riscontrati al momento dell’accertamento.

Alla luce di ciò il Tar del Lazio ha stabilito che, "vista la documentazione sanitaria prodotta si evince che, allo stato, la stessa non è affetta da alcuna neoplasia, stante l’efficacia dell’intervento chirurgico al quale si è sottoposta nel 2019, sicché, come chiarito dalle certificazioni rilasciate dagli specialisti, la medesima non sembra doversi considerare affetta da alcuna neoplasia in atto, né dagli esiti di essa (o dell’intervento chirurgico), al di là di una modesta cicatrice, che non costituisce motivo di esclusione". Superata la fase cautelare i giudici amministrativi hanno fissato l'udienza di merito per il prossimo 22 febbraio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esclusa per un tumore già asportato, palermitana riammessa al concorso per carabinieri
PalermoToday è in caricamento