Cronaca

Consulenze esterne alla Regione, prosciolti Armao e Lombardo

Cadono le accuse di abuso d'ufficio e falso per l'ex assessore alla Presidenza e per l'ex Governatore siciliano. Si sono difesi sostenendo che non c'è alcuna prova della illegittimità delle nomine, previste dal principio di discrezionalità

Cadono le accuse di abuso d’ufficio e falso per Raffaele Lombardo e Gaetano Armao. Il giudice per l’udienza preliminare Nicola Aiello ha prosciolto l’ex presidente della Regione e l’ex assessore alla Presidenza rispetto alle contestazioni mosse dal pm Enrico Bologna sulla nomina di tre consulenti esterni all’Amministrazione.

lombardo2-2Con le loro nomine, nonostante in teoria ci fossero professionalità analoghe interne alla Regione, avrebbero provocato una spesa indebita di oltre duecentomila euro. I due imputati, però, si sono difesi sostenendo che non c’era alcuna prova della illegittimità delle nomine, previste dalla legge e ammesse in base al principio di discrezionalità della pubblica amministrazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consulenze esterne alla Regione, prosciolti Armao e Lombardo

PalermoToday è in caricamento