rotate-mobile
Cronaca Carini / Via Madonna delle Grazie

Carini, rimprovera incivile e viene investito: privato dona ad operaio riabilitazione gratis

I titolari di Piano Monaco hanno regalato a Giuseppe Cuccì un abbonamento annuale nella loro struttura. A maggio scorso il suo senso civico gli era costato una doppia frattura a una gamba: "Fino a quando conoscerò gente come voi, avrò fiducia nel prossimo"

Mesi fa era stato investito da un automobilista per averlo rimproverato mentre gettava un sacchetto di rifiuti dal finestrino della sua auto in corsa e adesso qualcuno ha deciso di premiarlo quale esempio di civiltà. I titolari della struttura ricettiva Piano Monaco di via Madonna delle Grazie, a Carini, hanno deciso di regalare un abbonamento annuale per la piscina all’operaio 27enne Giuseppe Cuccì che potrà utilizzarlo per il suo recupero fisico. L'episodio infatti gli era costato da una doppia frattura alla gamba da cui, tuttoggi, sta cercando di riprendersi.

“Amiamo i buoni esempi - si legge sulla pagina Facebook della struttura - perché sono quelli che migliorano la società in cui viviamo e in fatto di buoni esempi, quale modello migliore di lui? Un giovane carinese che alcuni mesi fa per redarguire un tizio che ha buttato della spazzatura fuori dal posto dedicato è stato volontariamente investito con una macchina. A lui abbiamo deciso di donare la tessera con un anno di abbonamento. Perché anche a noi piace essere di buon esempio”.

La “colpa” di Cuccì era stata infatti quella di anteporre il senso civico alla sua stessa incolumità. Di fronte a quella scena di ordinaria inciviltà il giovane operaio non ci ha pensato due volte e si è complimentato ironicamente con l’automobilista sporcaccione. Quest’ultimo, non avendo gradito il rimbrotto, per tutta risposta ha inserito la retromarcia, ha investito con l'auto il ragazzo provocandogli una doppia frattura alla gamba ed è scappato via lasciandolo a terra dolorante.

Subito dopo l’accaduto gli agenti della polizia municipale di Carini hanno avviato le indagini risalendo, grazie alle telecamere del sistema di sorveglianza comunale “Aquila”, al numero di targa di un’auto intestata a un’impresa di Castelvetrano. Interpellata dagli investigatori la società ha comunicato il nominativo della persona che si trovava al volante di quella Citroen. Era proprio il 37enne U.A., che nel frattempo era tornato nel capoluogo lombardo dove lavora.

Di fatto la mattina seguente un 37enne del Palermitano, U.A., si è presentato in una caserma dei carabinieri di Milano per costituirsi ed è stato denunciato per tentato omicidio e omissione di soccorso. A distanza di mesi, quando ormai la frattura inizia ad essere un lontano ricordo, qualcuno ha voluto rendere omaggio al giovane operaio consegnandogli gratuitamente l’abbonamento che gli servirà per la riabilitazione. “Semplicemente grazie. Fino a quando conoscerò gente come voi, avrò fiducia nel prossimo”, ha scritto Cuccì.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carini, rimprovera incivile e viene investito: privato dona ad operaio riabilitazione gratis

PalermoToday è in caricamento