Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Noce

Noce, in abbandono la maiolica di Madè dedicata alla memoria di Katia Piazza

Nell'isola pedonale di Piazza Noce, proprio alle spalle della statua della Madonna, c'è la maiolica di Madè dedicata alla memoria di Katia Piazza, questa versa in stato ti totale abbandono ed a segnalarlo è Rosario Lo Cicero Madè, figlio dell'Artista e Presidente dell'Associazione Culturale Festina lente.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Nell'isola pedonale di Piazza Noce, quartiere popolare di Palermo, proprio alle spalle della statua dedicata alla Madonna ad anno di distanza dal tragico schianto delloAtr 42, di ritorno da una missione umanitaria in Kosovo, nel quale, tra le 22 Vittime, perì anche la giovane palermitana Katia Piazza, il 13 novembre del 1999, venne collocata un maiolica realizzata dal Maestro Pippo Madè. La richiesta, inoltrata e accolta dall'Artista palermitano, giunse dell'Associazione per i Diritti del Cittadino del quartiere Noce, presieduta da Sergio Infuso e venne avallata anche del Sindaco Leoluca Orlando.

L'opera, come attestato dalla foto scattata da Rosario Lo Cicero Madè, figlio dell'Artista e Presidente dell'Associazione Culturale "Festina lente", versa in indicibile stato di abbandono "è veramente incredibile - dice Rosario - come le Associazioni di quartiere, i Commercianti della zona ed in particolare le Scuole e, perchè no, gli stessi Fedeli, i quali curano in maniera particolare la vicina stele dedicata alla Madonna, lascino in stato di abbandono l'opera che ricorda una giovane, Katia Piazza, nata alla Noce e morta nel corso di una missione umanitaria. Il vetro blindato che la protegge - prosegue Rosario - e che già anni addietro venne danneggiato e prontamente ripristinato, è completamente ricoperto da uno spesso strato di escrementi di piccione. Chiedo - concludere il figlio dell'Artista - che qualcuno tra le Entità in precedenza indicate, se ne prenda cura o che venga rimosso per essere collocato in un luogo più idoneo e civilmente controllabile. Da dieci anni ormai, risiedo a Monreale e non più nel quartiere Noce, dove sono nato, altrimenti me ne sarei curato io, in prima persona".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Noce, in abbandono la maiolica di Madè dedicata alla memoria di Katia Piazza

PalermoToday è in caricamento