menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sessantacinque farmacie aderiscono alla Giornata di raccolta del farmaco

I prodotti donati dalla clientela e raccolti dai volontari saranno destinati a 21 fra enti e associazioni di assistenza convenzionati con il Banco farmaceutico. Fra questi, la Missione di speranza e carità, il centro Padre Nostro, la Caritas, l’associazione Santa Chiara, il centro Astalli e l’Unitalsi

Sessantacinque farmacie di Palermo aderiscono alla XVII giornata di raccolta del farmaco. L'iniziativa si articolerà in due giornate: domani, 11 febbraio, solo nelle farmacie aperte di turno, e per l’intera giornata di lunedì 13 febbraio in tutte le 65 strutture aderenti. Lunedì alle 10, presso la Farmacia Bonsignore di viale Regione Siciliana Nord-Ovest, 2322 (nei pressi dell’ex Motel Agip), il presidente di Federfarma Palermo, Roberto Tobia, consegnerà a Giacomo Rondello, delegato provinciale del Banco farmaceutico, e ai rappresentanti dell’ente “Villa Nave” una parte dei medicinali donati e sarà illustrata alla stampa l'iniziativa.

I prodotti donati dalla clientela e raccolti dai volontari saranno destinati a 21 fra enti e associazioni di assistenza convenzionati con il Banco farmaceutico. Fra questi, la Missione di speranza e carità di Biagio Conte, il centro Padre Nostro fondato dal Beato Pino Puglisi, la Caritas diocesana, l’associazione Santa Chiara, il Centro Astalli e l’Unitalsi.

Nell’edizione dello scorso anno a Palermo e provincia sono stati raccolti 6.134 farmaci per un valore di 36.281 euro, di cui hanno beneficiato, attraverso 20 fra enti ed associazioni, 18 mila persone indigenti (il contenuto di ogni confezione viene ripartito fra più soggetti in base alla terapia prescritta).

“Quest’anno – annuncia Roberto Tobia – grazie al fatto di proporre la Raccolta in due giornate e a una maggiore partecipazione delle farmacie, stimiamo di potere fornire un contributo ancora più incisivo per dare risposte al bisogno di cure dei nostri concittadini che non hanno i mezzi per acquistare i farmaci di cui hanno bisogno e il cui numero purtroppo è in aumento”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento