Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Oreto-Stazione

8 marzo, sciopero delle donne lavoratrici: appello di Josephine per le precarie coop sociali in lotta a Palermo

Sciopero delle donne/lavoratrici 8 marzo 2023Piazza Pretoria ore 9,30 volantinaggio/presidio/banchetto mozioni contro la guerra e a sostegno della lotta delle nostre sorelle iraniane e delle donne che lottano nel mondo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Sono Josephine e parlo a nome delle precarie delle Cooperative Sociali, che lottano con lo Slai Cobas per il sindacato di classe in lotta a Palermo. Noi in questi anni abbiamo avuto tutte le ragioni di organizzarci e di lottare contra una condizione di precarietà lavorativa e di vita non facile, facciamo servizio di assistenza igienico-personale agli studenti disabili nelle scuole superiori con contratti a termine con le Cooperative Sociali che hanno l’appalto con gli Enti locali.

Con la pandemia scoppiata nel 2020, il lockdown e la chiusura delle scuole di punto in bianco non abbiamo più lavorato, ci hanno rinchiuso a casa forzatamente, senza ammortizzatori sociali a parte una misera Naspi finita in un paio di mesi e una più che misera cassa integrazione in deroga che in Sicilia è stata pagata dopo mesi e mesi, ma nonostante questo abbiamo resistito e non ci siamo arrese.

Siamo state quasi un anno senza lavorare, noi in maggioranza siamo donne che prestiamo questo servizio da più di 20 anni, ognuna di noi ha famiglia, figli, ci sono donne separate, donne che hanno difficoltà ad andare avanti, un pò come tutte, come in tanti settori. Abbiamo continuato a lottare con coraggio e tenacia con lo Slai nei mesi successivi facendo manifestazioni, occupando palazzi istituzionali come l’Assessorato regionale al lavoro e politiche sociali, conquistando incontri per nulla scontati, ci hanno nuovamente denunciato ma la rabbia è tantissima contro i palazzi del potere che tendono sempre a volerci relegare in casa, che ci vogliono privare del nostro diritto al lavoro e della nostra dignità di vita come donne.

Ma ci ha fatto più forti questa rabbia, noi non ci stiamo! abbiamo gridato nelle piazze fino a riuscire a RIPRENDERCI IL LAVORO, siamo riuscite dopo quasi un anno e mezzo dal 2021 con la lotta a rientrare in gran parte nelle scuole, a vincere contro il governo regionale ma certamente in modo parziale,

Invitiamo a scioperare, a partecipare l'8 marzo in Piazza Pretoria ore 9,30 volantinaggio/presidio/banchetto mozioni contro la guerra e a sostegno della lotta delle nostre sorelle iraniane e delle donne che lottano nel mondo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

8 marzo, sciopero delle donne lavoratrici: appello di Josephine per le precarie coop sociali in lotta a Palermo
PalermoToday è in caricamento