Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Tribunali-Castellammare

"5 aprile 1943 - 5 aprile 2023": Palazzo Lampedusa ottant’anni dopo, dal bombardamento alla ricostruzione

Incontro sul percorso tra il visionario, il creativo e il realizzativo che ha portato alla rinascita della casa natale di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Nel corso dell’incontro verrà presentato il libro “Il Gattopardo nella DDR - L’assimilazione di un romanzo aristocratico nella Germania socialista” di Bernardina Rago. Sarà presente l’autrice.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“La amavo con abbandono assoluto. E la amo ancora adesso quando essa da dodici anni non è più che un ricordo”. “Tutte le altre case sono state dei tetti che hanno servito a ripararmi dalla pioggia e dal sole, ma non delle CASE nel senso arcaico e venerabile della parola”. Così Giuseppe Tomasi di Lampedusa scriveva nell’estate del 1955 nel primo de I racconti dedicato alla sua amata casa, luogo incantato della sua infanzia, fino al “giorno in cui le bombe trascinate da oltre Atlantico la cercarono e la distrussero” lasciando al suolo solo un’immensa area di ripugnanti rovine.

Per l’amata scomparsa – come veniva ricordata con struggente senso di perdita la sua casa natale dal principe-scrittore, quasi fosse un essere vivente – seguirono decenni di completo abbandono. Nel 2010, un gruppo di architetti dello studio PL5, da anni impegnato nel recupero di edifici del centro storico di Palermo, ha fatto uno studio per la ricostruzione di Palazzo Lampedusa e ne ha verificato la fattibilità. Attraverso un progetto complesso e ambizioso che prevedeva il restauro delle parti scampate al bombardamento, la ricostruzione delle altre parti mantenendo il profilo architettonico originario con l’inserimento di elementi contemporanei e, allo stesso tempo, la creazione di diverse unità abitative, la storica dimora poteva tornare a essere abitata e vissuta. L’iniziativa ha ben presto raccolto una “cordata” di una trentina di cittadini interessati all’operazione i quali hanno costituito il cosiddetto “Gruppo di acquisto”.

Una volta acquisita l’intera area dell’edificio e costituito il Condominio, finalmente il progetto di recupero e ricostruzione è potuto iniziare ed essere portato a termine nel 2013. Attraverso testimonianze, immagini e video, l’evento organizzato da progettisti e proprietari di Palazzo Lampedusa, attori di un’impresa per nulla scontata – riportare in vita un palazzo ridotto in un cumulo di macerie e lasciato tale per quasi settant’anni – ne rievoca i momenti più significativi per celebrare la rinascita di una dimora storica e della casa natale di uno dei massimi scrittori italiani. All’interno dell’evento sarà presentato il libro Il Gattopardo nella DDR di Bernardina Rago. Sulla base di materiale d’archivio inedito e di testimonianze dirette dall’Autrice, viene ripercorsa la storia della prima edizione del Gattopardo nella DDR. Secondo l’interpretazione della Germania Est il romanzo di Tomasi di Lampedusa non è il canto della decadenza, ma preannuncio di una nuova epoca. L’avvincente studio traccia l’incredibile percorso fatto di eccezioni alle regole editoriali e ai programmi culturali dell’opera di un principe siciliano ormai defunto chiamato a fare da baluardo ideologico al cosiddetto “Muro di protezione antifascista” proprio nell’anno della sua costruzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"5 aprile 1943 - 5 aprile 2023": Palazzo Lampedusa ottant’anni dopo, dal bombardamento alla ricostruzione
PalermoToday è in caricamento