"A Geraci gli anziani sono indispensabili", festa per i 100 anni della signora Gaetana Zangara

Il Comune abbarbicato sulle Madonie - che vanta un tasso di longevità molto alto - ha un nuovo centenario. Un traguardo importante che il sindaco Luigi Iuppa, ha voluto omaggiare con una targa ricordo e un mazzo di fiori alla nonnina

"Anziani non indispensabili allo sforzo produttivo del Paese?". A Geraci Siculo non la pensano così. Il Comune abbarbicato sulle Madonie - che vanta un tasso di longevità molto alto e per questo è stato inserito tra le "zone blu" del pianeta - festeggia un altro centenario.

Si tratta della signora Gaetana Zangara. Una donna forte, tenace, artefice e protagonista della proprie scelte, che circondata dall’affetto dei familiari ieri ha simbolicamente soffiato su 100 candeline. Cento tanti quanti gli anni trascorsi a Geraci. Un traguardo importante che il sindaco di Geraci, Luigi Iuppa, ha voluto omaggiare con una targa ricordo e un mazzo di fiori.

In rappresentanza di tutti gli amministratori, consiglieri comunali e dell'intera comunità, oltre al sindaco Iuppa, ieri c'erano anche l’assessore alle Politiche sociali Marisa Zafonte e padre Santino Scileppi che, con le dovute precauzioni anti Covid, hanno fatto tappa a casa della nonnina. 

"Gli anziani - ha detto il sindaco Iuppa - sono una risorsa sociale e culturale preziosa. Sono indispensabili perché rappresentano le nostre radici e abbiamo il dovere di tutelarli, curarli e amarli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Annientata la Cupola di Cosa nostra: arrivano 46 condanne, inflitti oltre 4 secoli di carcere

Torna su
PalermoToday è in caricamento