Crisi del mercato immobiliare, a Palermo pochi mutui erogati e fuga di cervelli

Il numero totale delle compravendite è basso su tutta la Sicilia rispetto al picco massimo raggiunto nel 2006. Gli istituti di credito sono restii ad erogare mutui e i siciliani emigrano verso altre regioni

Lo sportello casa del cittadino costituito da Cam Fimaa Palermo, Ania Sicilia e Casa Mia Sicilia anche quest’anno ha pubblicato il nuovo report del mercato immobiliare siciliano. 

Con il quarto trimestre del 2018 sono tre anni consecutivi che il mercato residenziale nazionale mostra un’espansione, con un tasso di crescita tendenziale del 9,3%. In questo ambito la Sicilia cresce più della media nazionale con un lusinghiero +10,5%. La ripresa è trainata soprattutto dal calo dei prezzi avuto negli ultimi anni e dai tassi dei mutui che ad oggi risultano ancora bassi e quindi molto convenienti. 

tabella_home-2

Purtroppo il numero totale delle compravendite continua ad essere notevolmente basso su tutta la Sicilia rispetto al picco massimo raggiunto nel 2006 e questo va imputato principalmente a due fattori:

  1. La rigidità degli istituti di credito nell’erogare i mutui 
  2. L’emigrazione dei siciliani verso altre regioni e nazioni in cerca di lavoro e miglior stabilità economica, causando lo spopolamento di intere aree urbane ed interi paesi.  

Con questi parametri il mercato immobiliare siciliano sarà costretto a mantenere i valori immobiliari bassi, per sostenere la crescita del numero delle compravendite a meno che la politica regionale non trovi delle soluzioni per creare lavoro, crescita occupazionale ed il ritorno di tutti quei siciliani che sono stati costretti a lasciare la loro terra.  

Altro dato importante che identifica l’evoluzione del mercato Siciliano è la diminuzione della superficie abitativa media delle unità immobiliari compravendute. Questo dato evidenzia l’evoluzione dello stile di vita delle famiglie siciliane che si evolvono verso l’uniformità degli usi e costumi presenti nel resto del paese. Basti pensare che oggi si tende sempre più ad avere un ambiente unico che comprenda cucina e soggiorno, abolendo, di fatto, l’ambiente salotto molto in voga fino agli anni novanta. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La crescita del mercato immobiliare in un territorio è la miglior unità di misura per identificare il benessere sociale ed economico in esso presenti. Quindi è importante capire quali sono le strategie di crescita e di investimenti che chi governa la Sicilia vuol metter in campo. Oggi gli investimenti immobiliari languono anche per gli alti costi fiscali e per una mancanza di un piano commerciale votato alla crescita economica di città e territori. Capire l’importanza di indirizzare e regolamentare il mercato immobiliare è l’inizio della ripresa economica della Sicilia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Né albergo né b&b, i palermitani scelgono le case vacanze: come affittarne una

  • Ghiaccio nel congelatore mai più, ecco tutti i consigli per sbrinare il freezer senza problemi

  • Un giardino super smart con un click, illuminazione e irrigazione passano dalla domotica

Torna su
PalermoToday è in caricamento