Mobili e oggetti vintage, il design che viene dal passato per arredare le case palermitane

Se volete ricreare la magica atmosfera che caratterizzava le case delle nonne, non dovete fare altro che curare ogni singolo dettaglio e dare vita a un ambiente elegante in cui la vostra personalità emerge all’interno di uno stile classico e di carattere 

Arredamento vintage per uno stile unico in casa? Basta fare un giro per i mercatini dell'usato a Palermo e il gioco è fatto. Se volete ricreare la magica atmosfera che caratterizzava le case delle nonne, non dovete fare altro che curare ogni singolo dettaglio e dare vita a un ambiente elegante in cui la vostra personalità emerge all’interno di uno stile classico e di carattere. 

L’arredamento parla di noi, dice chi siamo quali gusti abbiamo e mette in luce alcune caratteristiche del nostro carattere. Ad alcuni piacciono forme ben definite, colori decisi e arredi moderni, altri preferiscono atmosfere romantiche tipiche dello stile shabby chic. Altri ancora amano gli arredi dallo stile un po’ retrò in grado di riportarli indietro nel tempo. 

Queste sono le caratteristiche principali dello stile vintage che negli ultimi anni, sta spopolando all’interno delle case. Il design del passato contraddistinto da un gusto raffinato e retrò, è reso attuale da inserti moderni, tanto da diventare uno stile di tendenza.

Cura dei dettagli

Prima di decidere di rinnovare casa, dobbiamo capire a quale stile vintage ci sentiamo più vicini. Gli anni venti, cinquanta e settanta hanno sempre spopolato e si sono contraddistinti tra di loro per caratteristiche diverse. Una casa vintage deve avere i suoi anni di riferimento senza mischiare gli stili per non creare confusione.

Oltre a scegliere gli arredi e i complementi, dobbiamo fare attenzione ai colori e i tessuti giusti. Gli amanti degli anni ‘20 non possono rinunciare ad alcuni elementi tipici dell’art decò come complementi d’arredo in ferro battuto. Chi preferisce lo stile anni '50 non potrà rinunciare a stampe con pin-up, mentre chi predilige i rivoluzionari anni ’70 difficilmente resisterà a stampe optical e allo stile psichedelico.

I colori dello stile vintage 

Per rinnovare una casa in stile vintage i colori sono tutto. La tinta giusta alla parete è quella che vi permetterà di scegliere gli arredi corrispondenti allo stile senza risultare fuori luogo. Quindi prima di scegliere come rivestire i muri dovete avere chiaro gli anni a cui ispirarvi e il mobilio che corrisponde ai vostri gusti.

Quando decidete di tinteggiare avete tre possibilità:

  • palette con colori neutri, il bianco e il nero sono le tinte preferite negli anni venti accostati a colori più delicati;
  • palette con colori tenui, si basa su tonalità pastello che vanno dal rosa, al verdino, all’azzurro, tipico dello stile anni cinquanta;
  • palette con colori vivaci, è caratterizzata da arancione, fucsia, color block o carta da parati optical che da sempre caratterizzano gli anni Settanta

I mercatini

Dopo aver deciso i colori è arrivato il momento di pensare agli arredi. Quindi non vi resta che dedicarvi allo shopping, ma se non volete spendere molto la soluzione è quella di girare nei mercatini dell’usato palermitani o sui siti online che mettono in vendita oggetti usati. Se siamo fortunati possiamo trovare pezzi interessanti che una volta sistemati diventano elementi di pregio.

Basta far ricorso al vostro gusto, al vostro intuito e alla bravura nel fai da te e con poco riuscirete a scovare l’elemento in grado di integrarsi alla perfezione con il resto degli arredi. Con il riciclo creativo, un vecchio annaffiatoio di latta diventa un vaso di fiori, uno sgabello un piccolo tavolino, vecchi stampi da budino posso diventare dei pratici paralumi per lampade sospese. La valigia? In un attimo si trasforma in un contenitore dove conservare vinili o accessori per l’abbigliamento.

Arredamento vintage anni ’20

Se amiamo i ruggenti anni ’20, non possiamo rinunciare ad un ambiente in cui lo sfarzo e il lusso si accompagnano alla funzionalità e alla praticità degli arredi. Prendendo spunto dall’art decò e dal Bauhaus il legno, l’acciaio e il vetro vengono affiancati da materiali come l’alluminio e il poliestere. Cucina, camera da letto o salotto non potranno fare a meno di sedie, tavoli e letti in ferro battuto caratterizzati da uno stile semplice e lineare arricchito da intagli e forme geometriche.

Arredamento vintage anni '50

L’arredamento anni ’50 è quello che ha avuto maggior successo nel corso degli anni e che non è passato mai di moda, quindi se volete una casa in pieno stile vintage non avete che l’imbarazzo della scelta. Forme curve e bombate, caratterizzate dall’essenzialità sono i tratti distintivi degli arredi e degli elettrodomestici che hanno spopolato nel corso degli anni cinquanta.

Se volete un ambiente in pieno stile vintage, il segreto è abbinare legno e metallo. I mobili per eccellenza sono quelli che hanno inserti in metallo o in plastica perfetti per far risaltare colori caldi e sobri. Frigoriferi e tostapane bombati, dalle linee armoniose, non possono fare a meno di divani e poltrone in pelle abbinati a lampadari e scaffali in metallo per ricreare il perfetto stile industriale.

Arredamento vintage anni ’70

Per ricreare lo stile anni ’70 è impossibile rinunciare alla tappezzeria e alla carta da parati, veri e propri elementi d’arredo. Quelle a strisce, riescono a ricreare un effetto ottico in grado di ingrandire o rimpicciolire gli spazi. C’è la carta da parati che si rifà allo stile hippy caratterizzata da fiori. Accanto a queste non possiamo dimenticare le carte da parati geometriche con forme astratte e colori che danno un senso di movimento.

Per entrare in sintonia con gli anni ’70 non c’è niente di meglio che girare per casa a piedi scalzi, per farlo in totale comodità i tappeti sono indispensabili. Grandi e accoglienti i modelli con blocchi di colore e forme geometriche sono un must. Per l’arredamento i mobili lucidi con toni scuri o accesi, devono essere realizzati con un mix di materiali come il vetro e il legno.

Per avere il prefetto stile anni ‘70 non possiamo fare a meno di oggetti iconici come il divano in velluto, puff accoglienti e bubble chair, sedute sospese sferiche perfette sia per arredare gli interni che il giardino. Avete trovato lo spunto giusto per l’arredo dei vostri sogni? Quale stile vintage preferite? Non c’è che l’imbarazzo della scelta, non vi resta che scegliere i mobili e i complementi d’arredo in vendita anche online.

Gli arredi vintage disponibili online 

Il mercatino dell'usato a Palermo

Il mercato delle pulci è un noto mercatino di Palermo. Nato nel 1949 su iniziativa dei rigattieri che raccoglievano articoli usati dai palazzi nobiliari, e pertanto organizzato con baracche in lamiera, rappresenta una mostra permanente dell'antiquariato italiano e in particolare di quello siciliano. 

Si trova nei pressi della Cattedrale di Palermo accanto alla Piazza del Papireto, chiamata così per via del laghetto dei papiri che si formava proprio nelle vicinanze, dove si incontravano i fiumi che solcavano la città vecchia: il Kemonia e il Papireto. Nel mercato si possono reperire oggetti antichi, mobili vecchi e curiosità varie, fra cui sempre più frequenti oggetti di modernariato degli anni sessanta e settanta. Le botteghe sono aperte i giorni feriali fino al tramonto e i giorni festivi fino alle 13.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La revisione della caldaia in città costa 70 euro, Palermo è la città meno cara d'Italia

  • Bonus facciata 2020, agevolazioni fiscali per i palermitani che ristrutturano il palazzo

  • Inverno e freddo, da quando accedere i riscaldamenti a Palermo (e per quante ore)

  • La isole pedonali del centro storico piacciono, via Maqueda in cima per chi compra casa

  • Porte blindate e grate antintrusione, 10 consigli per scongiurare i ladri in casa

  • Revisione della caldaia tra sicurezza e manutenzione, obbligo per tutti i palermitani

Torna su
PalermoToday è in caricamento