Mercoledì, 23 Giugno 2021

Primo gran gala di beneficenza alla Tonnara Bordonaro

Cinque foodbloggers pieni buona volontà e talentuosi supportati e "sopportati da due magnifici chef uniti per una "buona causa" hanno dato vita ad una favolosa cena nella magica cornice della Tonnara Bordonaro

Cari amici che mi leggete, eccomi, con il cuore pieno di gioia, di entusiasmo, di incredulità per quello che è stato uno dei giorni più belli della mia vita. Io credo che, ogni essere umano, nasca con dei “doni”: c’è chi sa dipingere, chi sa cantare, chi scrive poesie e chi sa cucinare. Di certo, questi, doni, non sono un nostro merito: ci vengono elargiti dal Buon Dio per un fine. Quando ci accorgiamo di averli, cerchiamo di affinarli e amplificarli, con studio e fatica, durante l’arco della nostra vita ma, hanno un senso e un significato soltanto se li condividiamo e li utilizziamo anche per essere utili agli altri, soprattutto a chi è meno fortunato di noi. Da questa consapevolezza e grazie all'entusiasmo e incoscienza di mio figlio Luca De Paoli e l'incoraggiamento del mio doppio ,è scaturita l’idea di organizzare una cena di beneficenza  e devolvere una parte del ricavato ad una Onlus di Palermo “Luna Dolce- Emanuela Brancati” che si occupa di assistenza e supporto ai malati di cancro e alle famiglie.

Sapientemente coadiuvati da Roberto Bonanno e la deliziosa moglie Giusy Di Benedetto, l'evento prendeva forma. Questa mia convinzione mi ha portata ad imbarcarmi in una avventura che, mai e poi mai, avrei pensato di poter vivere. L’idea mi è venuta quando ho conosciuto una carissima amica di mia nuora, Eleonora “la ragazza con la chemio nella borsetta”, ve la ricordate nei servizi a “La vita in diretta” e “Le Iene”? Dalle pagine del suo blog racconta come, nonostante la malattia, con forza di volontà e amore per la vita, si possa, comunque, condurre una vita normale e anche divertirsi.

Durante la serata, Eleonora, ha dato vita ad un intervento che ha suscitato grandissima emozione e commozione nella platea. Appena ho cominciato ad organizzare l’evento è stato un crescendo di solidarietà e amore che ci hanno , letteralmente, sommerso. I gestori della “Tonnara Bordonaro” ci hanno offerto questa location di sogno comprensiva di cucina, camerieri e chef, il delizioso, simpatico, generosissimo Fabio Di Carlo che, con grandissima sensibilità ci ha “concesso” la SUA CUCINA, senza se e senza ma, facendoci sentire come a casa. A questo punto, dato che amo condividere le cose belle della mia vita, ho invitato amici cari, foodbloggers che, oltre ad essere persone splendide sono molto bravi in cucina:

Enza Accardi del Blog : “Come mangio io”
Manuela e Pietro Angenica del Forum “La Pulce e il Topo”
Rosalba Auccello del Blog “La Cucina di Rosalba”
Anna Maria Beninati che non è una foddblogger  ma si è offerta di collaborarci  con grande affetto
per  una cena che doveva essere memorabile e ,per assicurarmi anche “il botto”, ho invitato lo Chef Salvatore Baggesi proprietario del ristorante “Il Romitaggio” di Castelbuono "che ha accettato con gioia.

  
A questo punto restava soltanto contattare gli sponsor perché, tutto ciò che ci sarebbe stato offerto, avrebbe diminuito le spese e aumentato la cifra da devolvere. Anche su questo fronte ho ricevuto grandi manifestazioni di solidarietà e generosità. Quindi si è messa in moto una vera e propria “macchina da guerra” che ha prodotto frutti insperati. A tutto ciò si sono aggiunti famosi comici siciliani , sempre a titolo gratuito che , con i loro esilaranti interventi e gags hanno divertito i numerosissimi ospiti, tra una portata e l’altra. Inoltre, la generosità dei numerosissimi sponsor, ci ha permesso di organizzare anche un sorteggio con tanti regali di pregio, per  “premiare”  coloro che partecipavano alla cena.

Abbiamo cominciato a cucinare il 16 dicembre , tutto ciò che aveva bisogno di “riposare” o che richiedeva tempo  per essere formato.
Lo Chef Fabio ci ha accolti con garbo, leggerezza e simpatia, mettendosi a nostra disposizione….anche perché non sapevamo dove mettere le mani. Tutto intramezzato a risate, battute e i nostri cori: ”SIIII  CHEF!!!!!”

Il giorno dell’evento  è arrivato Salvatore Baggesi che, con il suo furgoncino, ha portato , oltre se stesso e la sua maestria, tantissimi cibi, pregiati, che hanno contribuito abbondantemente, al successo della serata. Abbiamo continuato a cucinare e cresceva l’adrenalina….gli Chefs si sono accordati sulla strategia e la tempistica delle portate….è il loro mestiere ed è uno degli step che manca a noi foodbloggers, visto che non abbiamo mai  cucinato in una cucina professionale e , non si sono risparmiati nell'elargire , a tutti noi, dritte e suggerimenti sulle tecniche per ottenere risultati migliori...insomma... ci hanno anche fatto fare un corso di cucina!!!!

Quando è scoccata l’ora X e hanno pronunciato le fatidiche parole: “ cominciamo ad impiattare” il mio cuore si è fermato…per un attimo ed è ripartito al galoppo!!!! Un’esperienza indimenticabile…l’organizzazione…la catena di montaggio, la sincronia, il nostro totale impegno e la grande sicurezza degli chefs che alleggeriva la nostra tensione…..le risate e il TWIST ballato sulle note di “24.000 baci”, con i camerieri che zigzagavano tra noi, come i migliori equilibristi circensi, reggendo pirofile e vassoi, volteggiavano leggeri, per nulla infastiditi dal fatto che li intralciavamo, che ridevano con noi e che assaggiavano con grande gusto le nostre portate. Il momento piu’ esilarante…quando , tutti insieme, abbiamo “raschiato “ la pentola dove Salvatore aveva fatto la crema di latte bianca per il famoso dolce castelbuonese “la Testa di Turco”.

Tutto è stato cucinato in totale armonia, con il contributo dei nostri piccoli “saperi” da foodbloggers, coadiuvati dalla immensa perizia degli Chefs.
Ognuno di noi ha contribuito alla modifica o stravolgimento dei piatti, aggiungendo o togliendo degli ingredienti. Ogni portata è stata unica e irripetibile. Da una fessura della porta della cucina, spiavamo gli ospiti nella sala gremita….li vedevamo soddisfatti e i camerieri ci riferivano battute e commenti sulle portate che ci lusingavano tantissimo. Potrei scrivere ancora moltissimo ma , neanche miliardi di parole, potrebbero dare l’esatta contezza dell’amore, la simpatia, la MAGIA che si è creata in questi due magnifici e indimenticabili giorni. Ho avuto l'audacia  di lanciare un messaggio e la risposta è stata CHIARA E FORTE da parte di tutti. Vi lascio con questa slide fatta da mio figlio dove ci siamo tutti noi e con la magnifica canzone di PINK : "TRY" che vuol dire ....PROVACI !!!! https://www.youtube.com/watch? v=QtXV28FNlao&feature=youtu.be

https://pasticciepasticcini-mimma.blogspot.it/

Ed ecco il menù da mille e una notte:

antipasti:- pomodori secchi ripieni e fritti

- zucchine ripiene
- capocollo al nero d'Avola   Ristorante Romitaggio- Castelbuono
- capocollo affumicato    Ristorante Romitaggio- Castelbuono
- zucca rossa in agrodolce
- peperoni "ammuddicati"
- formaggi dei Nebrodi dell'azienda agricola Fioriglio
- polpette di melanzane
- cardi e verdure pastellate

Primi:
 risotto con zucca rossa, asparagi e noci dell'Azienda Lattanzi
caserecce al ragu di cinghiale  Ristorante Romitaggio- Castelbuono
fagioli di Sarconi  IGP  dell'azienda Domenico Bellisario ,  con broccoletti e funghi secchi dell'Azienda Lattanzi

Secondi:
cosciotto di maiale agli aromi  Ristorante Romitaggio- Castelbuono
polpettine in agrodolce con carne delle Macellerie Cusimano-Castelbuono

Contorni:
patate alla pizzaiola
cardi e verdure saltate in padella

dolci
Testa di Turco castelbuonese    Ristorante Romitaggio- Castelbuono
torta minosa
buccellatini
cheese cake agli agrumi
crostate alla crema di agrumi
crispelle di riso al miele dell'azienda Miele Meli
pagnuccata al miele dell'azienda Miele Meli
biancomangiare agli agrumi
bon bon al cioccolato

vini:
ZURRICA BIANCO DELL'AZIENDA AGRICOLA DI SANTA ANASTASIA- CASTELBUONO (PA)
- NERO D'AVOLA DELL'AZIENDA AGRICOLA DI SANTA ANASTASIA- CASTELBUONO (PA)

Si parla di

Primo gran gala di beneficenza alla Tonnara Bordonaro

PalermoToday è in caricamento