Caponata di carciofi

Un'altra regina della gastronomia palermitana: un prelibato antipasto di stagione gradito a tutti

Un altro must della gastronomia palermitana è la Caponata di carciofi. Noi palermitani adoriamo i carciofi, in ogni modo e, come spesso diciamo, "anche sbattuti al muro", cioè, anche crudi, senza alcun condimento. E' la stagione di questi gustosissimi e salutari ortaggi. Ce ne sono di mille varietà, tutti buoni ma noi, a Palermo, adoperiamo quelli con le spine, dolci e dal cuore tenero. Questa caponata e l'ennesimo modo per poterli valorizzare, al meglio, con un contorno ricco o antipasto, come volete, che vi delizierà!
N.B. E' una preparazione che si può conservare in barattoli di vetro con tappo ermetico, previa sterilizzazione con bollitura  a 100° per 1 ora.

Questa ed altre ricette nel mio blog Pasticci & Pasticcini di Mimma                     

Ovalino in ceramica decorato a mano, serie "Dammusi"-  La Fabbrica della Ceramica Susanna De Simone

Ingredienti per 4 persone:
- 6 carciofi 
- 2 coste di sedano
- 50 gr. capperi salati 
- 4  cipolle rosse di Tropea
- 150 gr. olive verdi denocciolate
- prezzemolo fresco
- 1\2 bicchiere di olio extra vergine d'oliva Villa Colonna
- 4 cucchiai di salsa di pomodoro già pronta  Casa Morana
- 50 gr. di pomodorini di Pachino secchi Casa Morana
- olio per friggere

Procedimento:
- mondare i carciofi togliendo le foglie esterne e ricavando i cuori
- tagliarli a metà, togliere l'eventuale barbetta e metterli in una ciotola con acqua e limone
- sciacquarli e affettarli
- nel frattempo sbucciare e affettare le cipolle
- mettere le cipolle in una larga padella e farle appassire con mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva, a fuoco bassissimo e mescolando
- dissalare i capperi in acqua tiepida e mettere da parte
- denocciolare le olive e mettere da parte
- lavare i gambi di sedano, levare i filamenti e tagliare a pezzettini
- sbollentare il sedano in acqua salata sino a che diventi tenero
 - preparare un soffritto di olio, aglio e prezzemolo
- trifolare i carciofi a fettine nel soffritto di olio, aglio e prezzemolo, a fuoco basso, sino a che saranno morbidi
- preparare l'agro dolce:  in un bicchiere versare due tazzine da caffè di aceto bianco e 3 cucchiai di zucchero, mescolare e aggiustare, di zucchero o d'aceto, secondo il proprio gusto  e mettere da parte

assemblaggio della caponata:
- nella larga padella con le cipolle già appassite, aggiungere il sedano lessato, i capperi, la salsa pronta, le olive e l'aceto con lo zucchero, aggiustare di sale e lasciare cuocere, a fuoco bassissimo, per un paio di minuti, mescolando
- aggiungere i carciofi trifolati e i pomodorini secchi di Pachino, mescolare molto delicatamente e cuocere, tutto insieme, per un minuto
- trasferire la caponata in un  piatto da portata e consumare fredda, meglio il giorno dopo

Si parla di
PalermoToday è in caricamento