rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Alessandro Bisconti

Opinioni

Alessandro Bisconti

Giornalista Palermo PalermoToday

Cent'anni fa nasceva Nordahl: quel tiro a Palermo rimasto incastrato all'incrocio dei pali

La leggenda svedese era nata il 19 ottobre 1921. L'aneddoto raccontato dal connazionale Nils Liedholm

"Una volta a Palermo Gunnar Nordahl parte dalla nostra area e poi colpisce di collo, neanche tanto forte. Bene: il pallone, di cuoio numero 5, s’incastra all’incrocio dei pali. Per tirarlo giù, hanno sollevato il loro portiere che, faticando, lo ha strappato". E' uno - forse il più particolare - dei ricordi legati al fuoriclasse svedese. A raccontarlo fu il connazionale Nils Liedholm. Oggi - 19 ottobre - Nordahl avrebbe compiuto 100 anni. L'aneddoto palermitano risale a una sfida tra rosanero e Milan nella vecchia Favorita della prima metà degli anni Cinquanta. 

Ma non è l'unico ricordo connesso al Palermo. Considerato uno dei più forti centravanti nella storia del calcio (è il miglior marcatore straniero e il terzo in assoluto della Serie A dietro Silvio Piola e Francesco Totti, con 225 retii) Nordahl incrociò il Palermo anche in altre occasioni, lasciando inevitabilmente il segno (in una circostanza fu anche espulso). Bisonte di spropositata potenza (180 centimetri per 95 chili), e media realizzativa, era il braccio armato di quella squadra dal leggendario trio svedese, il GreNoLi (completato dal fantasista Gunnar Gren e dal cervello Nils Liedholm). 

Nel diluvio di gol che lo hanno reso una vera leggenda di un calcio che forse non c’è più, c'è anche la sfida col Palermo datata 8 giugno 1952. I rosanero sono di scena a San Siro. Finisce 4-0 per i padroni di casa. Ciò che si ricorda di quella partita è la sensazionale tripletta che Gunnar Nordahl mise a segno. L'ex pompiere scandinavo resta il miglior marcatore nella storia del Milan e detiene inoltre il primato di volte (5) in cui è diventato capocannoniere della Serie A, tre delle quali consecutive. Sugli almanacchi restano i suoi gol. Nella testa di chi lo ha visto giocare ci sono anche quelle volate leggendarie con i difensori aggrappati invano ai suoi pantaloncini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Cent'anni fa nasceva Nordahl: quel tiro a Palermo rimasto incastrato all'incrocio dei pali

PalermoToday è in caricamento