Meteo: dopo la tregua tornano freddo, pioggia e neve (in collina)

Le previsioni danno condizioni di tempo perturbato con precipitazioni fino a venerdì. Nel weekend atteso un altro picco del freddo. L'esperto chiarisce: "Quella caduta venerdì a Palermo era neve, ecco perchè..."

Neve al Santuario di Santa Rosalia su Monte Pellegrino

Bentrovati lettori di PalermoToday, neve poteva essere e neve è stata. Dopo i fiocchi del Febbraio 2015 ma soprattutto dopo la neve del 31 Dicembre 2014 la “dama bianca” è tornata a visitare il capoluogo siculo rispettando perfettamente le previsioni. Partiamo da una precisazione doverosa: sì, era neve quella del 4 pomeriggio e sera, senza se e senza ma.

Molti ancora non riescono a distinguere tra i vari eventi meteorici (non è un colpa, ci mancherebbe, ma una constatazione) ma di neve si è trattato, al 100%. In molte zone è caduta neve tonda, in altre aree più distanti dal mare o riparate sono caduti fiocchi puri, anche a falde larghe. La neve tonda è neve a tutti gli effetti, cade con questa forma per vari fattori, principalmente perché i fiocchi cadendo al suolo attraversano uno strato di aria relativamente più mite e cambiano forma arrotolandosi. La neve tonda, che molti hanno confuso con la grandine (l’ho letto tra i vari commenti nella pagina Facebook della mia Associazione), ha un colore bianco opaco, spesso rimbalza e se si prende in mano è comprimibile ed abbastanza malleabile. La grandine no, essendo un chicco di ghiaccio non si può schiacciare.

Un altro fenomeno ha preceduto la neve: la gragnola. Questa è una precipitazione intermedia tra grandine e neve, al contrario della neve tonda è composta da “pallini” ben definiti, sferici, e cade con temperature sopra lo zero anche di 4/5 gradi e prevalentemente durante i rovesci. Se volessimo sintetizzare con uno schema le precipitazioni che passo passo ci portano alle neve a fiocchi si dovrebbe scrivere: grandine -> gragnola -> neve tonda -> neve. Grandine e gragnola non sono neve.

Fatta questa doverosa (lunga, lo so, ma spero comprensibile) precisazione torniamo all’attualità. Dopo il gelo del 3/5 gennaio con minime a Palermo fino a +0,5°C, da stamani siamo nuovamente alle prese con un peggioramento. Una depressione nel cuore del mediterraneo viene al momento alimentata da correnti umide occidentali, durante la giornata odierna però tali correnti saranno “sostituite” da aria artico-marittima, in ingresso ancora una volta da Est, che interesserà il nostro territorio fino a sabato. Tracciamo un breve quadro previsionale rimandandovi per i dettagli su meteopalermo.com.

Oggi (mercoledì) pomeriggio ancora piogge e rovesci, calo termico in accentuazione, calo della quota neve sino ai 600/700 circa di stanotte ed ancora vento da W/NW localmente sostenuto.

Domani (giovedì) ancora condizioni di tempo perturbato con precipitazioni almeno sino al mattino, migliora dal pomeriggio. Quota neve ancora 600/700 metri. Maestrale moderato, a tratti sostenuto. Temperature in calo con massime non oltre i +12°C circa sulle coste.

Venerdì cielo da poco o parzialmente nuvoloso a nuvoloso o molto nuvoloso durante la giornata, precipitazionipossibili da tarda mattinata/pomeriggio, prevalentemente su fascia costiera e Madonie. Quota neve in calo fino a 400 metri circa. Ancora molto freddo. Massime sulle coste attorno i +11°C, minime anche di +5/+6°C.

Al prossimo aggiornamento, sul weekend, quando ci troveremo ad avere a che fare col picco freddo di questa nuova fase artica.

Non può piovere per sempre

Nasce come spazio per diffondere la meteorologia, scienza assai complessa ed ancora inesatta, in modo semplice, chiaro e conciso. Questo il compito che spetta a Nicola Sacco, imprenditore agricolo nella vita che, da oltre 20 anni, è un appassionato di meteorologia e che nel 2006 ha creato l'Associazione MeteoPalermo, ora onlus. L'Associazione studia il clima palermitano anche grazie alle numerose stazioni sparpagliate in città ed in provincia e grazie alla passione che quotidianamente mette nel gestire il sito meteopalermo.com con previsioni ed approfondimenti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Da un paio di giorni nel trapanese la temperatura è salita, rispetto agli scorsi giorni quando ha nevicato, di almeno 6/7 gradi. Vento impietoso però.

Torna su
PalermoToday è in caricamento