Sabato, 31 Luglio 2021
Moda & Movida

Opinioni

Moda & Movida

A cura di Piero Cascio

Il punk di Edda sul palco dei Candelai

L'ex leader dei Ritmo Tribale fa tre tappe in Sicilia con la sua musica disincantata. Giovedì sarà nel locale storico della movida cittadina

Edda


Era una rockstar ed ha abbandonato tutto. All’improvviso. Ma dopo 13 anni di silenzio è ripiombato sulla scena musicale e dal 2009 a oggi si è di nuovo imposto all’attenzione della critica e del pubblico. Lui è Edda, era l’anima e il cantante dei Ritmo Tribale, un gruppo punk che, partito dalla ristretta nicchia dell’underground milanese, si era fatto conoscere e apprezzare in tutta Italia tra la fine degli Ottanta e la prima metà dei Novanta. Oggi Edda prosegue da solista e gira per i club d'Italia. Giovedì 7 dicembre sarà a Palermo, ai Candelai, il locale storico della movide nella Palermo antica, a partire dalle 22 (biglietto a 9 euro, 8 + 1 di prevendita).
Stefano Rampoldi, per tutti Edda, presenterà al pubblico siciliano (in programma anche Catania, mercoledì, e Messina, venerdì) il suo ultimo album, Graziosa utopia. Suoni molto più maturi rispetto a quelli distorsivi ed amplificati dei primi Ritmo Tribale. Ma pur sempre punk. «Il punk – ha dichiarato Edda al Giornale di Sicilia in vista dei concerti nell’Isola - ci ha liberato da un tabù, ha permesso a tutte le forme di sincerità di arrivare su un palco. La musica è un bisogno sincero, è questo che io ho trovato, ed è per questo che la vera musica non morirà mai».
Parole che vengono da un uomo che non fa del successo il suo obiettivo di vita. Tutt’altro. Al suo rientro sulle scene musicali, ospite di Daria Bignardi a L’era glaciale in tv, ha avuto modo di farsi conoscere al grande pubblico, svelando senza maschere i trascorsi con la droga, il percorso di recupero in comunità, gli anni di lavoro da operaio sui ponteggi edili. Altro che rockstar, dice lui. E il tributo di artisti famosi come Vinicio Capossela, Mauro Pagani e Manuel Agnelli? «Loro sono miei amici», scherza Edda, come a voler dire che non valgono nulla quei complimenti. Di certo, valgono però i palchi condivisi con gli Afterhours, le 50 date del tour in corso, il riconoscimento della gente. Sogna, Edda, sogna, come ai tempi dei Ritmo Tribale. 

Si parla di

Il punk di Edda sul palco dei Candelai

PalermoToday è in caricamento