Venerdì, 23 Luglio 2021
Moda & Movida

Opinioni

Moda & Movida

A cura di Piero Cascio

All'aeroporto la fuga onirica di Fabio Greco

Si chiama Escape il video che i turisti in arrivo al Falcone-Bersellino possono vedere sui maxischermi. Lo ha realizzato al piano il compositore palermitano con l'aiuto della violinista Serena Cosentino e dei ballerini della Lyberty

Fabio Greco

Altro che fuga. Si chiama Escape e invece c’è tutto l’amore per la sua terra in questo video che Fabio Greco ha deciso di donare ai visitatori che arrivano all’aeroporto Falcone-Borsellino. Il mare, le musiche, le coreografie: un intreccio di arte e natura che abbraccia il turista e lo accompagna, novello Goethe, nel suo viaggio in Sicilia.

Il filmato, cinque minuti e mezzo di immersione onirica nelle acque del golfo di Mondello e di Terrasini, si avvale della collaborazione di numerosi artisti, che hanno aiutato il musicista, compositore e poeta palermitano Fabio Greco a portare a compimento il suo progetto. Un filmato che da qualche giorno viene proposto sui maxischermi della hall arrivi dell’aeroporto palermitano.

Le musiche sono composte ed eseguite dallo stesso Greco al pianoforte e dalla violinista Serena Cosentino. Il tema della fuga irrompe sin dalle prime note e si fonde con le immagini, che alternano l’esecuzione del duo Greco-Cosentino alle danze della Liberty, protagonisti i ballerini Gloria Riti, Francesca Caracci e Mariano Manzella. Senza dimenticare le installazioni a mare – dal palermitanissimo nome Le rose di Rosalia - dell’artista Domenico Pellegrino.

L’obiettivo è ambizioso. «Abbiamo voluto donare a chi arriva non la consueta cartolina turistica - racconta l’ideatore del progetto Escape, Fabio Greco – ma un’emozione prolungata. Con la musica e con le immagini puntiamo a trasmettere l’amore per il mare, che unisce i popoli e travolge i cuori. Vogliamo che la gente si entusiasmi, che non si fermi alle apparenze, ma rimanga estasiata dal nostro territorio, assaporandone gli odori e le sensazioni che ogni luogo trasmette».

Il Comune di Palermo ha dato il patrocinio gratuito, così come la Gesap, che ha sposato subito l’idea di Greco.

Si parla di

All'aeroporto la fuga onirica di Fabio Greco

PalermoToday è in caricamento