AMARCORD1983

AMARCORD1983

Segna Mondonico, pareggia Troja: a Palermo l'inizio e la fine del Mondo

L'allenatore scomparso oggi ha debuttato in B (da giocatore) proprio alla Favorita, segnando subito. E nel 2012, in Serie A, dopo un Palermo-Novara 2-0, i piemontesi esonerarono Tesser, offrendo l'ultima panchina a Mondonico. Quanti intrecci: da "Mondino" Fabbri, alla doppietta di Vialli fino al gol di Caracciolo...

Mondonico raggiante dopo la sua ultima vittoria: 1-0 a San Siro con il suo Novara e Inter ko

Il Palermo all’inizio e il Palermo alla fine del Mondo. Emiliano Mondonico, scomparso all’età di 71 anni, è stato ricordato come l’allenatore che ha fatto sognare Atalanta e Torino. Sbirciando però nelle statistiche, è incredibile vedere come la squadra siciliana sia presente in passaggi cruciali nella carriera, in campo prima e in panchina dopo, del tecnico di Rivolta d’Adda.

Partiamo da mezzo secolo fa, 10 novembre 1968. Sesta giornata di serie A, il Torino è impegnato alla Favorita contro il Palermo allenato da Carmelo Di Bella. Mondonico, 21 anni, ha già debuttato con gol nella massima serie qualche settimana prima contro il Pisa nell’1-0 al Comunale. Non ha però ancora messo piede sul rettangolo di gioco in gare esterne. Edmondo Fabbri, detto Mondino, decide che è arrivato il momento di gettare nella mischia il giovane Mondo anche fuori dalle mura amiche. In un calcio antico, che ancora non ritira le maglie, Emiliano Mondonico indossa la 7 di Gigi Meroni, scomparso un anno prima, e si piazza all’ala. Finisce 1-0 per i rosanero con gol di Silvino Bercellino mentre Mondo a Palermo capisce cos’è la dura vita da trasferta.

Due anni dopo, il 27 settembre 1970, sono cambiate un po’ di cose: Mondonico è stato ceduto al Monza e si appresta a debuttare nel torneo cadetto. Prima giornata: Palermo-Monza. Gigi Radice guida i brianzoli e schiera Mondonico sempre all’ala, ma stavolta col numero 11. Il Mondo, ormai scafato, esordisce col suo vizietto. Mette la palla alle spalle di Girardi e bagna la prima con una rete, come aveva già fatto in serie A. Per i rosanero rimedia Tanino Troja.

Emiliano chiude una discreta carriera alla Cremonese, la squadra che lo aveva svezzato da giocatore e che lo farà debuttare da tecnico. Negli anni Ottanta una serie di partite, alcune particolarmente spettacolari, portano nuovamente Mondonico e il Palermo a incrociarsi. In queste occasioni si mette in mostra Gianluca Vialli. Il riccioluto attaccante grigiorosso siglerà proprio contro i rosanero, il 24 aprile 1983, la sua prima doppietta.

Il Palermo rientra nel destino del Mondo quasi al termine della corsa. I rosanero battono il Novara per 2-0 e i piemontesi decidono di sostituire Tesser proprio con Mondonico. E’ il gennaio del 2012, il tecnico è senza panchina. Qualche mese prima ha dovuto lasciare l’Albinoleffe per lottare contro un tumore. Il Mondo torna in sella e dura solo sei partite, ma trova il tempo di firmare l’ultimo capolavoro. Il 12 febbraio 2012, il Novara supera clamorosamente l’Inter a San Siro. Il Mondo batte quelli che fino a un anno prima erano i campioni del mondo. Il gol è dell’ex rosanero Caracciolo.

LEGGI LE ALTRE STORIE DI AMARCORD CLICCANDO QUESTO LINK

SEGUICI SU FACEBOOK CLICCANDO QUESTO LINK

AMARCORD1983

Alessandro e Francesco. Già uniti dal destino alla nascita, ci siamo affacciati a questo mondo a sei mesi esatti di distanza l'uno dall'altro. In quel 1983 che diede alla luce tanti frutti di amori nati durante il Mundial di Spagna. Si narra che uno di noi due sia stato concepito dopo Italia-Brasile 3-2, in compenso l'altro è nato il giorno di Trabzonspor-Inter 1-0. Al trionfo del Bernabeu del 1982 rendiamo omaggio nella testata del nostro blog con la mitica partita a scopone in aereo tra Zoff, Causio, Bearzot e Pertini. E la coppa sul tavolo. Di Trabzonspor-Inter 1-0, non abbiamo trovato foto. Amanti delle date, delle statistiche e delle coincidenze. Ma soprattutto innamorati dell'amarcord. In questo spazio ne racconteremo parecchi, provenienti dal pianeta sport e non solo

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
PalermoToday è in caricamento