Strobing, make up effetto luce stroboscopica: tutti i segreti per realizzare il trucco del momento

Questa tecnica gioca sulla valorizzazione della luminosità del volto enfatizzandone alcune zone tramite l’applicazione di un illuminante. Se hai la pelle chiara e ami il make-up effetto nude devi assolutamente provare

Lo strobing è la nuova tecnica di make up che definisce il viso, valorizzandolo e illuminandolo. Questa tecnica, che significa letteralmente luce stroboscopica, gioca sulla valorizzazione della luminosità del volto, enfatizzandone alcune zone tramite l’applicazione di un illuminante. Se hai la pelle chiara e ami il make-up effetto nude devi assolutamente provare questa nuova tendenza trucco! Ecco come fare.

Strobing vs countoring

Il contouring è una tecnica make up utilizzata per nascondere le imperfezioni e accentuare le ombre naturali del viso, che punta sull’effetto chiaro/scuro per dare tridimensionalità, correggere le imperfezioni e nascondere nasi importanti. Lo strobing, invece, si concentra sull’enfatizzare i punti luce del volto, tramite l’applicazione di un illuminante su alcune zone specifiche. 

Come fare lo strobing

Per realizzare lo strobing è necessario creare dei punti luce su alcune zone specifiche del volto. Queste sono: 

  • il centro della fronte
  • il mento
  • le tempie
  • la parte centrale del labbro, detta arco di cupido
  • gli zigomi
  • la punta del naso
  • la parte interna dell’occhio
  • il condotto lacrimale.

Poi, a seconda delle caratteristiche del tuo viso, scegli tra queste quale zone enfatizzare rispetto agli altri, evitando di applicare l’illuminante sui punti deboli. Per realizzare questa tecnica trucco, applica su tutto il viso una crema luminosa e idratante, poi stendi il fondotinta per uniformare l’incarnato. A questo punto, passa un velo di illuminante sui punti del viso che hai scelto, e fissa il tutto con una cipria in polvere perlata. Ricorda di non utilizzare prodotti opacizzanti o con effetti glitter, altrimenti verrebbe meno la luminosità del make up.

Quando fare lo strobing 

Lo strobing è ideale se vuoi dare vitalità al viso e ottenere un effetto glam come quello delle modelle negli shooting. Evita colori carichi e vistosi per il make up di occhi, viso e labbra: vietati smoky eyes, rossetti dai toni forti e blush troppo scuri, che contrasterebbero con l’effetto di freschezza e luminosità dello strobing. Meglio quindi l’effetto nude look.

Quando non fare lo strobing

  • Se fa troppo caldo o hai la pelle grassa: il sudore e il sebo in eccesso rendono già la pelle lucida, meglio evitare di aggiungervi ulteriore luminosità. Meglio intervenire con dei finish opacizzanti
  • Se hai i pori dilatati, un naso importante, molte rughe, acne evidente e/o tanti peli sul viso: essendo una tecnica che enfatizza alcune zone del viso, lo strobing non è adatto in questi casi; meglio puntare sul countoring che, al contrario, è perfetto per nascondere le imperfezioni 
  • Se hai il viso troppo tondo: con lo strobing puoi solo valorizzare alcuni punti del viso e non rimodellarli. Anche qui, meglio puntare sul contouring per scurire i contorni del viso e renderlo più spigoloso

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bozza nuovo Dpcm Draghi: cosa si può fare e non fare dal 6 marzo al 6 aprile

  • Coronavirus, 10 regioni a rischio zona rossa ma Sicilia verso misure meno rigide

  • Monopattino sharing a Palermo: come noleggiarlo, quanto costa e dove prenderlo

  • Covid, sarà un'altra Pasqua "blindata": tutte le regole del nuovo Dpcm firmato Draghi

  • Apre nuovo Lidl a Palermo: punto vendita con parcheggio per 40 automobili

  • Pistole, coca e rapine: coi mariti in carcere le mogli dei pusher gestivano lo spaccio, 14 arresti

Torna su
PalermoToday è in caricamento