rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Attualità Tribunali-Castellammare / Via Alloro

Nasce a Palermo "Zero", la prima biblioteca delle cose in città

Tutto pronto per l'inaugurazione, fissata per domenica 2 febbraio in via Alloro

Nasce a Palermo "Zero", la prima biblioteca delle cose in città. Tutto pronto per l'inaugurazione, fissata per domenica 2 febbraio dalle 10.30 alle 18.30 in via Alloro 64. "Si tratta di un progetto ideato e promosso da Neu [nòi] spazio al lavoro, Booq e Alab Palermo - si legge in una nota -. Zero vuole essere un invito alla condivisione degli oggetti e dei saperi, una connessione tra persone, un servizio e un circuito di relazioni, un vero e proprio invito alla partecipazione e a vivere lo scambio di buone pratiche ecologiche".

Grazie a Zero sarà possibile condividere idee, attrezzi e saperi  con la comunità e partecipare a semplici corsi per imparare a trasformare, aggiustare, ideare e riutilizzare usando l'attrezzo giusto. Chi avrà bisogno di un trapano, di una scala alta, di un particolare attrezzo da cucina o di una cesoia per potare le piante del tuo giardino potrà trovarla da Zero, insieme a tanti altri strumenti utili messi in condivisione.
E domenica verranno mostrati i primi attrezzi disponibili, ci si potrà iscrivere al servizio, scoprire il regolamento e chiedere ogni tipo di informazione.

Il tesseramento avrà un costo di 10 euro e poi il prestito di tutti gli attrezzi sarà completamente gratuito. Sarà possibile lasciare un contributo per una tessera sospesa destinata a chi non può permettersi di versare la quota di iscrizione. "Si potrà ottenere anche una tessera Zeroper che permetterà di prendere in prestito più attrezzi in contemporanea e tenerli più tempo - spiegano gli organizzatori in una nota - e per farlo è richiesto un ulteriore contributo per Zero, donando attrezzi che saranno messi in condivisione o dando una mano materialmente alle attività delle biblioteche come i corsi o l’apertura sportelli".

Durante la giornata sarà attivo anche un tavolo di baratto incentrato su quattro temi: oggetti da cucina, cibo, libri per bambini e piante. Chiunque vorrà potrà portare qualcosa di uno di questi ambiti e scambiarlo con altro. "Non mancheranno - concludono gli organizzatori - cibo, bevande e momenti di gioco. Da domenica sarà anche on-line il sito www.attrezzicondivisi.it in cui trovare ogni informazione e iscriversi al progetto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce a Palermo "Zero", la prima biblioteca delle cose in città

PalermoToday è in caricamento