rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Attualità

Villa Riso, al via le riprese del nuovo cortometraggio di Daniele Ciprì

La pellicola racconta momenti di vita di due clown prima e dopo lo spettacolo. Attori protagonisti: Giuseppe Lo Piccolo e Bruno Di Benedetto

Al via le riprese, a Villa Riso, del nuovo cortometraggio del regista e direttore della fotografia Daniele Ciprì, prodotto dalla Scuola di Cinema Piano Focale – Eikona Film di Palermo  e realizzato dagli allievi dei corsi di: regia, direzione della fotografia e sceneggiatura. Il cortometraggio racconta momenti  di vita di due clown prima e dopo lo spettacolo. Attori protagonisti: Giuseppe Lo Piccolo e Bruno Di Benedetto.

Villa Riso (che sorge nel territorio della borgata di Partanna, ed è stata recentemente restaurata) oltre ad essere la sede didattica della scuola, per l’occasione è dunque anche il set del nuovo cortometraggio di Ciprì. Il regista già lo scorso anno ha realizzato con gli studenti il corto “La fornace”, opera premiata alle “Giornate degli autori” al Festival di Venezia.  

Chi è Daniele Ciprì

Daniele Ciprì nasce a Palermo nel 1962. È regista, sceneggiatore, direttore della fotografia, montatore e docente alla Scuola di Cinema Piano Focale. Alla fine degli anni '80 in coppia con Franco Maresco crea Cinico TV, in onda su Rai 3, e gira vari film tra cui Lo zio di Brooklyn (1996), Totò che visse due volte (1999), Il ritorno di Cagliostro. Nel 2009 vince il Gold Plaque per la fotografia di “Vincere”  per la regia di Marco Bellocchio, con cui si è aggiudicato anche il Davide di Donatello (2010) sempre per la miglior fotografia. Con È stato il figlio (2012) ha vinto l’Osella per il migliore contributo tecnico di Venezia, il Premio Unicef (2012), e il Globo d’Oro per la miglior regia (2013). “Salvo e Fai bei sogni” ricevono la nomination per la miglior fotografia ai David di Donatello nel 2014 e nel 2017. Con Salvo è Nastro d’Argento per la miglior fotografia (2014).

Nel 2012, decide di staccarsi da Maresco e di affrontare la sua prima regia senza la collaborazione del collega, È stato il figlio, tratto dal romanzo omonimo di Roberto Alajmo, con Toni Servillo, Giselda Volodi e Aurora Quattrocchi. Nel 2014, replica l'esperienza con la pellicola La buca, all'interno del quale mette in scena la precarietà disordinata con Sergio Castellitto e Rocco Papaleo.

Vincitore del David di Donatello 2020 per la fotografia del film “Il primo Re” di Matteo Rovere. Nel 2022 realizza con gli allievi della Scuola di Cinema Piano Focale il cortometraggio “La fornace” selezionato alla celebre rassegna “Giornate degli autori” all’interno della 79 Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Al maestro Daniele Ciprí, è stato consegnato il  “Premio al Talento Creativo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Riso, al via le riprese del nuovo cortometraggio di Daniele Ciprì

PalermoToday è in caricamento