In gommone da Palermo a New York, Sergio Davì fermato dal meteo in Portogallo

Il capitano palermitano, partito dall'Arenella lo scorso 21 giugno, ha concluso le sue tappe “iberiche” e si dirige verso la Francia ma intanto ha accumulato un ritardo di dieci giorni

Sergio Davì a bordo del suo gommone

Pit stop di una settimana forzato per Sergio Davì in Portogallo. Il capitano palermitano, partito dall'Arenella lo scorso 21 giugno, a bordo del suo gommone e diretto a New York, dopo avere attraversato lo stretto di Gibilterra - con due sole tappe nel Mediterraneo (Mallorca e Alcaidesa) - è stato costretto, a causa del meteo, a fermarsi a Cascais, alle porte di Lisbona. Lì, ospite del Marina de Cascais e di Moteo (Suzuki Portugal), ha tenuto una piccola conferenza stampa con la partecipazione dell’Ambasciata italiana di Lisbona rappresentata da Sofia Cutrone.

Dopo Cascais è stata la volta di Vigo e Ribadeo. A Vigo, ospite del Marina Davila, insieme al team di Movil Motors (Suzuki España), ha eseguito un check-up completo del gommone e a Ribadeo, ospite del Real Club Nautico, Davì ha atteso la finestra di bel tempo per traversare l’insidioso Golfo di Biscaglia alla volta della sua unica (si spera) tappa francese, Camaret-sur-Mer, per poi proseguire verso Nord. La quinta impresa di Davì ha accumulato un ritardo di circa dieci giorni sulla tabella di marcia: per fine agosto però dovrebbe essere conclusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento