rotate-mobile
Attualità Libertà

Veglia per il superamento dell’Omofobia e la Transfobia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

A 32 anni dalla dichiarazione dell’OMS che ha cancellato l’omosessualità dall’elenco delle malattie mentali, il 17 maggio 2022 alle ore 18.30 si terrà a Palermo la XVI Veglia di preghiera ecumenica per il Superamento dell’Omotransfobia. Sono ormai 30 le comunità, le chiese, le parrocchie, le associazioni religiose e civili che aderiscono come organizzatori di questo evento, organizzato anche con il patrocinio del Comune di Palermo e il contributo di Banca Etica. Quest’anno la veglia riprende il suo cammino attraverso strade e luoghi emblematici della città. Il percorso, partendo da piazza Alberico Gentili, proseguirà su via Notarbartolo con una sosta presso l’albero Falcone. Il comitato organizzatore intende lanciare alla città un messaggio di partecipazione e collaborazione ad azioni concrete e fattive per il superamento della violenza omofobica, ancora così fortemente radicata nella società e nelle scelte politiche.

Con la partecipazione dell’ordine degli Psicologi, si rifletterà in particolare sulla inaudita pratica delle cosiddette terapie riparative le quali, nonostante siano state bandite dalla scienza, vengono ancora perpetrate in diversi contesti di formazione spirituale e laica. Ci si sposterà poi nella Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno di via Gioacchino Di Marzo 25, dove alle 20.00 si terrà un momento di preghiera e di riflessione a partire dal passo biblico “Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me; colui che viene a me, non lo respingerò” (Gv 6,37). Siamo particolarmente lieti di celebrare quest’anno per la prima volta il culto coi fratelli e le sorelle della Chiesa Avventista. Un evento, quindi, di grande condivisione e partecipazione civica e religiosa che, ormai da anni, qui a Palermo, marca l’impegno per la tutela e la difesa dei diritti della persona di qualsiasi genere e orientamento sessuale, mentre denuncia l’inconsistenza culturale e morale di qualsiasi forma di violenza, sia essa fisica o psicologica. Nel messaggio inviato per l’occasione, anche l’arcivescovo di Palermo, Sua Eccellenza Mons. Corrado Lorefice, chiama la comunità cristiana a impegnarsi «a prendere le distanze da ogni pregiudizio e discriminazione, da ogni paura che fa individuare nemici e innalzare muri». Il Coordinamento per la Veglia Ecumenica di preghiera per il Superamento dell’Omotransfobia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veglia per il superamento dell’Omofobia e la Transfobia

PalermoToday è in caricamento