Il mare di Ustica si conferma tra i più belli d'Italia: l'Isola ottiene (di nuovo) le 5 vele 

E' l'unica località balneare in provincia di Palermo citata nella guida di Legambiente e Touring Club Italiano che premia, oltre alla bellezza, la qualità ambientale. Tra le mete siciliane consigliate ci sono anche il litorale Nord di Trapani e le coste di Pantelleria

L'isola di Ustica dall'alto

Il mare di Ustica si conferma tra i più belli d'Italia. L'Isola ottiene anche quest'anno le 5 vele della guida di Legambiente e del Touring Club Italiano. Si tratta dell'unico riconoscimento in provincia di Palermo. In Sicilia premiati anche il litorale Nord di Trapani, guidato da San Vito lo Capo, e le coste dell'isola di Pantelleria. La Regione si piazza in seconda posizione, preceduta solo dalla Sardegna dove sono cinque i litorali con 5 vele. Il Mar Tirreno il più premiato. 

La guida da quasi vent’anni stimola e orienta le villeggiature di quanti preferiscono scegliere la propria meta estiva all’insegna della responsabilità e della qualità ambientale. L'edizione 2019 raccoglie 44 tra le più belle zone balneari del nostro Paese offrendo al lettore un quadro su quanto di buono fanno le amministrazioni locali costiere lungo la nostra penisola per essere all’altezza delle sfide imposte dalla crisi ambientale planetaria. 

Dal 1986, Ustica vanta una riserva marina protetta che si estende per 15 mila ettari. I "Fondali di Ustica", inoltre, sono sito di interesse comunitario della Rete natura 2000. L’isola infatti è un vero e proprio paradiso per i sub.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento