rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Attualità

Traffico e ingorghi, così i palermitani perdono il loro tempo: in un anno "bruciate" 119 ore

Il dato è quantificato dal Global traffic scorecard di Inrix, che analizza i trend della mobilità e della congestione urbana in 200 città di 38 Paesi. Palermo è alla posizione numero 83. Roma è al secondo posto con 254 ore perse ogni anno, preceduta solamente da Bogotà con 272

Ogni anno un palermitano "brucia" 119 ore nel traffico. A quantificare quanto tempo viene perso tra incolonnamenti e attese è il Global traffic scorecard di Inrix, che analizza i trend della mobilità e della congestione urbana in 200 città di 38 Paesi. Il dato colloca Palermo alla posizione numero 83, dato timidamente incoraggiante se si pensa che Roma è al secondo posto con 254 ore perse ogni anno, preceduta solamente da Bogotà con 272. Terzo posto per Dublino (246), davanti a Parigi e Rostov sul Don (237) e Londra, con 227. 

Per quanto riguarda le altre città italiane, secondo il rapporto di Inrix che si riferisce al 2018, Firenze è alla posizione numero 15 con 195 ore perse nel traffico, Napoli alla 17 (186 ore), Torino alla 22 con 167. E ancora Genova è al posto numero 46 con 148 ore, seguita da Bologna con 147 ore. Peggio di Palermo anche Bari (71/ma con 133 ore perse).

traffico-9-4

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico e ingorghi, così i palermitani perdono il loro tempo: in un anno "bruciate" 119 ore

PalermoToday è in caricamento