rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità

Legalità, una targa ricorda i giornalisti uccisi in Sicilia dalla mafia

Collocata nella sede dell’Associazione siciliana della stampa. L’inaugurazione nello stesso giorno in cui nasceva Mauro Rostagno, ucciso all’età di 46 anni alle porte di Trapani nel 1988

Una targa per ricordare gli otto giornalisti uccisi in Sicilia dalla mafia è stata collocata nella sede dell’Associazione siciliana della stampa, in via Francesco Crispi. L'iniziativa è stata voluta da Unione Cronisti, Assostampa, Ordine dei Giornalisti e Fnsi. 

Nella targa si leggono i nomi di Mauro Rostagno, Giuseppe “Beppe” Alfano, Cosimo Cristina, Mauro De Mauro, Giuseppe “Pippo” Fava, Mario Francese, Giuseppe “Peppino” Impastato e Giovanni Spampinato.

La data scelta per l’inaugurazione della targa non è stata casuale. Il 6 marzo 1942 è la data di nascita di Mauro Rostagno, ucciso all’età di 46 anni alle porte di Trapani nel 1988. 

"Esprimiamo il nostro apprezzamento - commentano dalla Cisl - per l'iniziativa dell'Unione dei cronisti di Sicilia. Vengono ricordati giornalisti diventati martiri per il loro diritto-dovere di informare, ricercando senza infingimenti la verità dei fatti".

targa unci giornalisti-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legalità, una targa ricorda i giornalisti uccisi in Sicilia dalla mafia

PalermoToday è in caricamento