Attualità Oreto-Stazione

Se in farmacia si parla d'amore che succede?

Un originale concorso letterario ha coinvolto i palermitani svelando storie vere e struggenti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Palermo – In momento così difficile, fatto di distanze e limitazioni, i gesti d’amore sono un ottimo strumento per sentirci più vicini. È stata questa la molla che ha spinto la dottoressa Daniela Di Figlia, titolare della Farmacia Nasca di via Oreto, a ideare il concorso “Il più bel gesto d’amore”. “Nel mio progetto di farmacia dei servizi – racconta la dottoressa Di Figlia - rientra la dispensazione di messaggi positivi, anche attraverso la scrittura, medicina per l’anima. Così abbiamo organizzato un concorso a partecipazione gratuita, col quale abbiamo chiesto a tutti i nostri clienti di raccontarci il più bel gesto d’amore cui avevano assistito. Anche se da anni promuovo iniziative culturali del genere, questa volta i risultati hanno superato ogni aspettativa”.

Le numerose adesioni all’iniziativa hanno infatti messo a dura prova la giuria che, a seguito della lettura dei “gesti d’amore”, ha decretato la signora Francesca De Santis come vincitrice del concorso, per l’intensità delle emozioni: «La lunga attesa fuori dal reparto di oncologia, aspettando che il farmaco della chemioterapia arrivasse a destinazione per la seduta settimanale. “Bella de papà! – Lui, rivolgendosi a me - Lo senti quanto è buono l’odore di caffè? Io non riesco più a gustarne il sapore, ma ne ho un ricordo vivo”. In quel momento fui investita da rabbia ed esclamai a voce alta: “Perché a te e non a qualcun altro?” Con tono di rimprovero, papà rispose: “Francesca non permettere al tuo dolore di vincere. Non esiste persona al mondo cui si può augurare ciò che sto combattendo io. Sto lottando con voi, per non lasciarvi. E per questo ho bisogno di amore, forza e comprensione”.

Questa fu la sua risposta, il più bel gesto d’amore al quale io abbia mai assistito: l’amore verso il prossimo. In quel momento gli strinsi quella stessa mano che di lì a poco avrei lasciato per sempre; presi tutto il mio coraggio e sul mio volto comparve un gran sorriso per lui, tutto per lui». La Farmacia Nasca ha messo in palio un premio importante, un buono di 100 Euro per prodotti extra-farmaco, ma soprattutto ha il merito di aver dato voce, con questa iniziativa, ai suoi clienti, motivandoli a riconoscere i propri sentimenti e ad esprimerli, condividendoli. In questo frangente di rarefazione dei rapporti sociali il concorso stesso è stato forse un vero gesto d’amore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se in farmacia si parla d'amore che succede?

PalermoToday è in caricamento