Sabato, 24 Luglio 2021
Attualità

Frizzi in tv il giorno in cui è morto Falcone: "Ha lottato contro chiunque per non andare in onda"

Il contestassimo "Scommettiamo che?" del 23 maggio 1992, Rita Dalla Chiesa svela i retroscena: "Fabrizio si sentiva in colpa, ero in camerino con lui, distrutta. Mi sembrava di aver perso mio padre per la seconda volta. Scese in studio con un abbraccio, chiedendomi scusa"

Ventisei anni fa l’Italia intera rimase sconvolta per la Strage di Capaci, ma ciònonostante la Rai decise di mandare in onda comunque la puntata finale di ‘Scommettiamo che?’ sul primo canale, condotta da Fabrizio Frizzi e Milly Carlucci. Rita Dalla Chiesa ha voluto ricordare il conduttore scomparso due mesi fa al quale era sentimentalmente legata all’epoca dei fatti, e – soprattutto – la pena che provò nel dover andare in onda in una serata così devastante per ogni italiano. Sui social Rita Dalla Chiesa, figlia del generale Carlo Alberto ucciso dalla mafia a Palermo nel 1982, ha ripercorso quelle ore descrivendo così lo stato d’animo di Fabrizio Frizzi poco prima della diretta tv: “Pago’ lui per tutti. Ha lottato contro chiunque per non andare in onda. Si sentiva in colpa nei confronti di un’Italia sconvolta per quello che era successo. Ero in camerino con lui, distrutta. Mi sembrava di aver perso mio padre per la seconda volta. Scese in studio con un abbraccio, chiedendomi “scusa”. La Rai di allora, a parte Michele Guardi’, scusa” ai telespettatori non l’ha mai chiesta”.

A corredo delle sue parole, la foto di Frizzi che riporta al video postato su Istagram dallo speaker radiofonico Moreno Amantini, e che mostra un mortificato Fabrizio Frizzi alle prese con la presentazione di quella puntata.Rita Dalla Chiesa ricorda Frizzi nell’anniversario della strage di Capaci.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO 

“E’ venuto a tutte le manifestazioni antimafia, alle fiaccolate, mi ha accompagnata al maxi processo. Tutto gli si poteva chiedere, quella sera, tranne che di andare in onda...”, ha scritto la conduttrice tra i commenti al suo post: “Fece il possibile, e di più” ha aggiunto ancora rispondendo ai numerosi follower che, numerosissimi, hanno lasciato la testimonianza di quel giorno, uno dei più bui della nostra storia.“

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frizzi in tv il giorno in cui è morto Falcone: "Ha lottato contro chiunque per non andare in onda"

PalermoToday è in caricamento