Ragazza palermitana ex obesa crea un evento di sensibilizzazione sui disturbi alimentari

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Giorno 30 novembre si è svolto l’evento gratuito intitolato “liberi di fiorire”, incentrato sui disturbi alimentari e le patologie a esse correlate, come l’obesità, la bulimia e l’anoressia. Ad organizzare l’evento è stata Giulia Sirchia, ex obesa che da anni condivide la sua storia sui social, creando una community di supporto e condivisione. Su Instagram infatti, con il nome “giuliasjourney” ( il viaggio di Giulia) ha incuriosito molte ragazze con la stessa problematica, che hanno deciso di partecipare.

Ad intervenire, inoltre, ci sono state figure professionali come psicologhe ( Fabrizia Modica e Federica Santamaria) e il medico Maria Paola Vitale, che hanno aiutato a far luce su una problematica così poco diffusa. Chi ha fatto parte al dibattito ha inoltre raccontato in parte la propria esperienza con i disturbi alimentari, e si è trovato grande supporto tra tutti i partecipanti. Tra le varie testimonianze, sono emerse quelle di Claudia Todaro e Ornella Spata. Lo scopo dell’evento è stato quello di informare e sensibilizzare qualcosa di cui non si parla mai, e cercare di motivare le altre persone a non nascondersi, vergognarsi e aiutarsi supportando anche l’altro. Si spera che questo possa essere l’inizio di tanti altri eventi di questo tipo, dove i social escono fuori dagli schermi degli smartphone, diventando realtà.

Foto a cura di Sara Carramusa, video a cura di Iside la Porta.

Torna su
PalermoToday è in caricamento