Mercoledì, 17 Luglio 2024
Attualità

"Casa dei popoli", la camera ardente di Biagio Conte ispira l'artista Antonino Gaeta

L'opera eseguita a olio è l'omaggio del pittore al missionario laico morto a gennaio scorso: "Non vuole essere un'osanna al santo ma un inno all'uomo"

A quasi due mesi dalla morte, non si fermano gli omaggi a Biagio Conte. Dopo il murale allo Sperone, realizzato da Igor Scalisi Palminteri, stavolta a fissare per sempre in un'opera d'arte il missionario laico è il pittore Antonino Gaeta, classe 1976, fondatore di Artè Studio Gallery. L'artista ha realizzato "Casa dei popoli", un'opera ispirata dalla visita alla camera ardente allestita per Fratel Biagio. 

"La morte di Biagio Conte, dai più chiamato Fratel Biagio - spiega Gaeta - sembra aver segnato un forte e profondo stordimento nella coscienza cittadina. Il mio omaggio è un'opera eseguita a olio, con la ferma volontà di recuperare il piccolo formato a scapito dei sempre più diffusi ed esponenziali usi di superfici sempre più grandi. Grandi formati, fino ad arrivare ad appropriarsi di porzioni cittadine, in molte città la street art, determina una vera e propria rivalutazione sociale oltre che (non sempre) anche estetica".

Gaeta spiega che ''Casa dei popoli, di cm 30x40cm, non vuole essere un'osanna al santo ma un inno all'uomo quando nelle qualità dell'altruismo e dell'accoglienza si fa casa, per ogni essere che incontra lungo il cammino della propria esistenza, ed è proprio nell'ora della morte che trova compimento, l'esistenza di un uomo come lui,  vissuta nella totalità, coerente come in pochi nella propria vita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Casa dei popoli", la camera ardente di Biagio Conte ispira l'artista Antonino Gaeta
PalermoToday è in caricamento