rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Attualità Libertà

Con il progetto "Time to care", l'Ada di Palermo sempre più vicina alle persone fragili

Il numero verde si occuperà di accogliere le richieste

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Sostegno e promozione dell'inclusione sociale delle persone anziane, con particolare attenzione rivolta al tema dell'invecchiamento attivo. Questa l'attività che vedrà impegnati gli undici giovani coinvolti nel progetto denominato "Time to care" che avranno la possibilità di operare nel territorio attraverso azioni di notevole rilevanza sociale.

Un esempio concreto di welfare leggero e molto utile, che mette al centro dell'attenzione anche il tema del dialogo e dello scambio intergenerazionale. Un progetto grazie al quale l'Associazione per i Diritti degli Anziani di Palermo, che opera da molti anni nel territorio, ha la possibilità di integrare e ampliare il lavoro di sostegno concreto e tangibile alla terza età già svolto nel tempo.

Il tutto, grazie al Dipartimento per le Politiche Giovanili, al Servizio Civile Universale e al Dipartimento per le Politiche della Famiglia. I volontari coinvolti nel progetto "Time to care" saranno parte attiva di una serie di iniziative legate dal filo rosso dell'attività di assistenza a domicilio e a distanza. Per esempio, il disbrigo di piccole faccende a beneficio di soggetti bisognosi e anziani.

Il numero verde 800822553 si occuperà di accogliere le richieste. Consegna a domicilio della spesa e di beni di necessità, libri, giornali, acquisto dei farmaci, contatti con i medici di base. E ancora, pagamento delle bollette e preparazione dei pasti. Non meno importante e significativa l'assistenza da remoto, anche attraverso contatti telefonici dedicati all’ascolto e al conforto per chi sperimenta condizioni di solitudine e disagi.

Disponibili anche servizi informativi fruibili online. I giovani si apprestano dunque a essere una risorsa culturale e umana sempre più importante per il territorio e per le categorie più vulnerabili, anche in considerazione della loro fragilità nella fase di emergenza sanitaria in atto. Il tratto più qualificante del progetto è l'attivazione di nuove modalità di dialogo tra giovani e anziani, uno dei cavalli di battaglia dell'Ada. "Time to care" rappresenta, dunque, una opportunità che ora si arricchisce di ulteriori scambi intergenerazionali. Il supporto al welfare leggero aumenta in maniera esponenziale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con il progetto "Time to care", l'Ada di Palermo sempre più vicina alle persone fragili

PalermoToday è in caricamento