Venerdì, 22 Ottobre 2021
Attualità

Progetto "Fibra etica-tessuto sociale, inclusivo e sostenibile"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Nel mese di ottobre 2020 è stato avviato il progetto "Fibra Etica - tessuto sociale, inclusivo e sostenibile" sostenuto dal Fondo di Beneficenza Intesa Sanpaolo e realizzato nei territori di Catanzaro, Reggio Calabria e Palermo. Le tre cooperative sociali partner, MEET Project di Catanzaro (www.meetproject.org) Soleinsieme di Reggio Calabria (www.soleinsieme.it) e Al Revés di Palermo (www.coopalreves.it) , intendono con questo progetto promuovere l'eticità della filiera tessile, favorendo l'inserimento lavorativo di donne con fragilità. Attraverso un percorso formativo focalizzato sulle tecniche sartoriali e sulle competenze autoimprenditoriali, le 10 donne beneficiarie del progetto (3 a Catanzaro, 3 a Reggio Calabria e 4 a Palermo) potranno acquisire competenze spendibili sul mercato del lavoro e svolgere un'esperienza di tirocinio retribuito in modalità training on the job, della durata di 6 mesi, finalizzato a consolidare le loro abilità e migliorare la loro occupabilità.

Il progetto vuole contemporaneamente stimolare riflessioni critiche sul settore tessile in termini di abitudini di consumo e processo produttivo altamente impattante sull'ambiente. “Oggi il settore tessile e dell’abbigliamento rappresenta una fra le attività meno etiche e regolamentate al mondo. Negli ultimi vent’anni il consumo di abbigliamento è aumentato del 500%. La produzione dei nostri vestiti è responsabile di una forma moderna di sfruttamento e schiavitù che colpisce soprattutto le donne. Operaie che lavorano in assenza delle più basilari tutele in termini di sicurezza e diritti” [Roberta Autolitano, assistente sociale della cooperativa Al Revés di Palermo].ù

Per questo motivo, nell’ambito del progetto saranno promossi momenti di sensibilizzazione pubblica finalizzati ad accrescere la consapevolezza delle comunità locali sul tema della moda etica, sia dal punto di vista dell'impiego di manodopera regolarmente contrattualizzata, sia sulle azioni concrete per promuovere una filiera tessile sostenibile. Al termine del progetto sarà lanciato il marchio etico Fibra Etica con il quale i partner di progetto proseguiranno a commercializzare i prodotti etici e sostenibili realizzati da loro stessi e dalle altre realtà che ne condivideranno le finalità. Il progetto rappresenta inoltre un importante segnale della capacità di collaborare da parte di chi opera nel sociale, in particolare in periodo di pandemia quando le distanze sembrano ancora maggiori. L’iniziativa nasce infatti durante il primo lockdown, quando le tre cooperative partner, tutte localizzate nel Sud Italia, decidono di mettersi insieme e fare rete per dare un segnale di risposta alla transizione ecologica che si è resa ancora più urgente.

Info e contatti: info@coopalreves.it https://www.facebook.com/coopalreves https://www.facebook.com/sartoriasociale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto "Fibra etica-tessuto sociale, inclusivo e sostenibile"

PalermoToday è in caricamento