rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Attualità Libertà

Progetto connessi: imparare è un'esperienza

Attività promossa dall’Associazione Omnia che attraverso il Progetto Connessi, supporta gratuitamente i bambini durante il periodo di crisi e tensione dovuto alla diffusione del Coronavirus

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

#progettoconnessi Imparare è un’esperienza! - così la Presidente dell’Associazione Omnia, dr.ssa Rosalia Mistretta racconta gli obiettivi raggiunti attraverso il Progetto Connessi, ideato per supportare in questo momento di crisi gli studenti della scuola primaria e di riflesso le loro famiglie, laddove nessun intervento era stato attivato dai rispettivi Istituti Scolastici, garantendo soprattutto la possibilità di una continuità di relazione tra pari. Tra i bambini coinvolti in un primo momento una classe di scuola primaria di Caltagirone e di Palermo, nei prossimi giorni a seguito della richiesta spontanea di numerosi altri bambini provenienti dal territorio nazionale l’Associazione si è resa disponibile ad ampliare gli appuntamenti.

Grazie alla generosa collaborazione di numerosi professionisti che hanno condiviso le loro esperienze professionali è stato possibile affrontare i temi del viaggio, dell’arte, del teatro, della musica, della radio, dell’attualità, del giornalismo, della psicologia ma soprattutto creare una connessione emotiva dei saperi. Non tutti i docenti sono in grado di gestire in maniera fluida la didattica a distanza, questo richiede la necessità di attivare una procedura di insegnamento per la quale non si è abituati o formati.

La tecnologia però è uno strumento di aiuto per entrare in connessione. La scuola è un collante sociale e in questo momento di crisi e difficoltà è necessario ricordare come l’istruzione è solo uno degli aspetti del processo pedagogico. In questi giorni è necessario privilegiare l’aspetto educativo, il sostegno emotivo, la relazione empatica e non la mera trasmissione dei compiti. I programmi didattici potranno essere recuperati in futuro, la mancata connessione emotiva in un momento così complesso no!

Dr.ssa Mistretta Rosalia Associazione Omnia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto connessi: imparare è un'esperienza

PalermoToday è in caricamento