rotate-mobile
Attualità

Progetto sui pupi siciliani conquista la giuria: il Museo Pasqualino tra i vincitori di un prestigioso premio europeo

Il riconoscimento va anche all'Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari. La motivazione: "Esempio di best practice per la salvaguardia e la gestione sostenibile del patrimonio culturale immateriale". Il sindaco Lagalla: "Motivo di grande orgoglio per Palermo"

“Questo progetto è un esempio di best practice per la salvaguardia e la gestione sostenibile del patrimonio culturale immateriale. Il Piano delle misure di salvaguardia dell’opera dei pupi siciliani ha risposto con successo alle esigenze di una tradizione dalle origini antiche e ha avuto un impatto reale sulla tradizione immateriale, aumentando l’interesse del pubblico e sottolineandone il valore specifico e la sostenibilità in Sicilia”. Con questa motivazione Museo Pasqualino e all'Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari hanno vincito gli European Heritage Awards/Europa Nostra Awards 2022, finanziati dal programma EU Creative Europe. Trenta in tutti i progetti europei giunti da 18 paesi diversi che hanno ottenuto il prestigioso premio dalla Commissione europea e da Europa Nostra.

“Mi congratulo vivamente con tutti i vincitori degli European Heritage Awards/Europa Nostra Awards di quest'anno per l’eccezionale qualità del loro lavoro e la loro apertura all'innovazione. Il 2022 – ha detto la commissaria europea Mariya Gabriel per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’educazione e i giovani - è un anno speciale poiché celebriamo il 20esimo anniversario del premio dell’UE per il patrimonio culturale, che è diventato il riconoscimento più importante per la comunità europea del patrimonio. Molte delle iniziative premiate dimostrano l'enorme interesse e impegno dei giovani per il nostro patrimonio, la nostra storia e la nostra identità culturale, che è particolarmente rilevante in questo Anno europeo della gioventù. Un pensiero speciale va ai due vincitori ucraini. Un’Europa creativa, che cofinanzia i premi, è sinonimo di promozione della cultura nella costruzione di società inclusive e coese fondate sui nostri valori fondamentali".

“I vincitori del premio di quest'anno – prosegue il presidente esecutivo di Europa Nostra, Hermann Parzinger - sono potenti esempi di come il nostro patrimonio ci riconnetta con la natura, aiuti a creare un senso di appartenenza e sia elemento fondamentale nello sviluppo di una economia circolare, che promuove uno stile di vita sostenibile e inclusivo. Mi congratulo con questi eccezionali vincitori, professionisti e appassionati, per il loro indispensabile e prezioso lavoro”.

“Il riconoscimento internazionale al Museo Pasqualino e all’Associazione per la conservazione delle tradizioni rappresenta motivo di grande orgoglio per Palermo e il sistema culturale della nostra città. Da apprezzare anche il progetto del Museo Pasqualino che è valso l’European Heritage Awards / Europa Nostra Awards 2022 attribuito dalla Commissione Europea ed Europa Nostra e che riguarda il Piano delle misure di salvaguardia dell’opera dei pupi siciliani, che fa parte della tradizione palermitana e che ancora oggi è riconosciuta anche all’estero, come dimostra questo premio”, commenta il sindaco Roberto Lagalla commentando la notizia dell'assegnazione degli European Heritage Awards / Europa Nostra Awards 2022 al Museo Pasqualino e all'Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari per il progetto di ricerca Piano delle misure di salvaguardia dell’opera dei pupi siciliani - il teatro delle marionette siciliane.

Le fasi del Piano delle misure di salvaguardia 

Il progetto di ricerca partecipata portato avanti dall’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari si è focalizzato sulle misure di salvaguardia recenti e attuali incentrate sul teatro dei pupi siciliano, dichiarato dall'Unesco capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell'umanità nel 2001. Un lavoro corale, sostenuto dal Ministero della Cultura italiano, che ha visto il coinvolgimento di consulenti scientifici e tecnici e la partecipazione attiva della comunità patrimoniale, sia come soggetto di ricerca che come partner.

Il Piano delle Misure di salvaguardia dell’opera dei pupi siciliani si è articolato in più fasi, iniziando con il documentare lo stato attuale della pratica del Teatro dei pupi siciliani e gli elementi di patrimonio materiale ad esso connessi e rilevando anche la presenza di altri operatori attivi e collezionisti. Un secondo step ha riguardato l’individuazione delle sfide culturali, artistiche, storiche, ambientali, scientifiche e tecniche associate a un patrimonio ricchissimo e ha contribuito a rafforzare la Rete dell'opera dei pupi, attraverso cui il Museo Pasqualino, diretto da Rosario Perricone, si è impegnato in prima linea nella costruzione di dialoghi, iniziative, relazioni tra le famiglie di pupari che operano nell’isola.

Dopo questa fase, il gruppo di ricerca, in collaborazione con i professionisti del teatro delle marionette, ha individuato e stabilito le priorità per le misure di salvaguardia più appropriate e necessarie. Tutte raccomandazioni inserite nel progetto, che è diventato così una vera e propria road map verso un sistema di azioni che ha condotto a una governance partecipativa a più livelli ma con un unico fine: promuovere e valorizzare la tradizione del teatro delle marionette in Sicilia. Inoltre, il progetto vincitore (pubblicato in italiano, inglese e francese per garantire una più ampia diffusione dei risultati) ha previsto una sinergia con il turismo e i più ampi ambiti culturali, educativi, economici e creativi.

Infine, ma non da ultimo, la comunicazione, che passa attraverso professionisti qualificati nella costante diffusione e condivisione di iniziative, rassegne, dati fruibili anche attraverso il portale internet www.operadeipupi.it, che dà accesso a informazioni sul patrimonio e sull’attualità della tradizione dell’Opera dei pupi, attingendo alle esperienze e alle storie di diverse famiglie e compagnie del settore. Attraverso questo portale, i visitatori italiani e internazionali hanno la possibilità di trovare informazioni sugli spettacoli di teatro di pupi in tutta la regione.

“Siamo felici e onorati di ricevere un premio prestigioso come l’European Heritage Awards/Europa Nostra Awards. Il nostro progetto – commenta il direttore del Museo delle Marionette, Rosario Perricone – è frutto di un lavoro sterminato e corale, mirato a proteggere un patrimonio fondamentale non soltanto in Sicilia, ma spesso fragile. Abbiamo posto le basi per continuare a dare sempre più visibilità nazionale e internazionale del teatro di figura isolano, creando allo stesso tempo spazio per le sue espressioni e varianti contemporanee e diversificate. Anche attraverso queste iniziative dimostriamo come questo patrimonio culturale immateriale contribuisca al rafforzamento e al sostegno di un turismo sostenibile, tutto l’anno. Alla giuria va il nostro ringraziamento. La nostra squadra è determinata a fare sempre meglio”.

La cerimonia di premiazione del patrimonio avrà luogo il 26 settembre al teatro State Opera di Praga in occasione della European Heritage Awards Ceremony, alla presenza di Mariya Gabriel e Hermann Parzinger.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto sui pupi siciliani conquista la giuria: il Museo Pasqualino tra i vincitori di un prestigioso premio europeo

PalermoToday è in caricamento