Attualità

Al giornalista palermitano Dario Cirrincione il premio Siani

Ha ricevuto il prestigioso riconoscimento per il suo libro "Figli dei boss - Vite in cerca di verità e riscatto", nel quale racconta le storie di chi è cresciuto in famiglie di spicco della criminalità organizzata

La consegna del premio al giornalista Dario Cirrincione

Il giornalista palermitano Dario Cirrincione, 36 anni, ha vinto il premio intitolato a Giancarlo Siani per il suo libro "Figli dei boss - Vite in cerca di verità e riscatto" (Ed. San Paolo).

Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato nella rinnovata "Sala della Mehari di Giancarlo Siani-Sala della Memoria", al Palazzo delle Arti di Napoli, nel giorno del 34° anniversario della morte del cronista del Mattino, ucciso dalla Camorra a soli 26 anni per le sue inchieste sulla criminalità organizzata, il traffico di droga e i legami tra Camorra e lavori pubblici.

Cirrincione nel suo libro illustra la storia dei "figli" di boss, considerati loro malgrado padrini "di diritto". Un ruolo, un'etichetta affibbiata perché portano il cognome di chi negli anni ‘70, ‘80 e ‘90 ha scritto alcune tra le peggiori pagine della cronaca nera nazionale. Il testo si sviluppa in tre sezioni: la prima dedicata ai figli dei boss che hanno cercato e trovato una strada alternativa ai circuiti criminali familiari; la seconda dedicata al progetto "Liberi di scegliere", rivolto ai minori figli di ’ndrangheta; la terza focalizzata sui figli di Riina e Provenzano: boss mafiosi tra i più noti in Italia.  

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al giornalista palermitano Dario Cirrincione il premio Siani

PalermoToday è in caricamento