rotate-mobile
Attualità

Zaki sarà scarcerato e anche Orlando esulta: "Palermo lo aspetta a braccia aperte"

Si sblocca la vicenda dello studente egiziano dell’università di Bologna, sotto accusa per diffusione di false informazioni attraverso articoli giornalistici, e detenuto in carcere in Egitto ormai da 22 mesi. Il primo cittadino ribadisce la volontà di conferirgli la cittadinanza onoraria

"Finalmente finisce il lungo e inaccettabile calvario di Patrick Zaki. La sua scarcerazione dopo tante sofferenze è una buona notizia anche se la strada verso una giustizia completa appare ancora tortuosa". Anche il sindaco Leoluca Orlando festeggia per l'annuncio della scarcerazione dello studente egiziano dell’università di Bologna, sotto accusa per diffusione di false informazioni attraverso articoli giornalistici, e detenuto in carcere in Egitto ormai da 22 mesi.  

Zaki sarà scarcerato, ma non assolto: "Grazie Italia"

Il 7 febbraio 2020 lo studente fu arrestato, dopo aver rimesso piede in Egitto per una vacanza, per "propaganda sovversiva" attraverso dieci post su Facebook. Zaki è stato poi rinviato a giudizio per "diffusione di notizie false dentro e fuori il Paese" sulla base di tre articoli, tra cui uno del 2019 sui cristiani in Egitto perseguitati dall'Isis e discriminati da frange della società musulmana.

"La Città di Palermo in questo momento di speranza e ulteriore impegno - dice Orlando - esprime la sua solidarietà a Patrick e alla famiglia e rinnova il suo impegno in difesa dei diritti umani ribadendo la volontà di conferire la cittadinanza onoraria al giovane studente egiziano. Palermo lo aspetta a braccia aperte".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaki sarà scarcerato e anche Orlando esulta: "Palermo lo aspetta a braccia aperte"

PalermoToday è in caricamento