Il regalo di Pasqua di una nonnina, dolci fatti in casa per tutti i medici del Covid Hospital

La signora Rosalia Morgato di 80 anni, insieme alle sue nipoti Francesca e Rosita Imperiale, ha deciso di donare al dottor Provenzano dell'ospedale di Partinico torte fatte da loro. "Bastano piccoli gesti per trasformare un momento in un’occasione per fare del bene"

L’ospedale di Partinico, diretto dal primario Vincenzo Provenzano, da quando è diventato Covid Hospital, ha salvato la vita a tanti ammalati di Coronavirus, tra cui anche un’arzilla nonnina di 90 e più anni. Anche per questo, la signora Rosalia Morgato di 80 anni, insieme alle sue nipoti Francesca e Rosita Imperiale, hanno deciso di dedicare a Provenzano e al suo staff un gesto che ha la dolcezza e la dimensione familiare che questi eroi, impegnati a combattere l’invisibile nemico, in questi giorni hanno perso, la consegna di torte e dolci pasquali fatti in casa.

Vincenzo Provenzano-2"L’idea - spiegano le nipoti Rosita e Francesca Imperiale - è nata in un pomeriggio uggioso in tempi di quarantena. Il pensiero per chi è in difficoltà e, quotidianamente, vive questa drammatica situazione. Abbiamo pensato di addolcire le fatiche di coloro che, con coraggio, stanno combattendo in prima linea l’emergenza. Abbiamo unito la passione per i dolci di nonna Rosalia e la voglia di fare e aiutare il prossimo di noi nipoti. Abbiamo preparato, stando attenti a tutte le cautele che il periodo richiede, torte e biscotti con una dedica pasquale, da omaggiare al personale della Protezione Civile e all’equipe medica del dottore Enzo Provenzano, direttore dell’ospedale Covid-19 di Partinico, per il quale nutriamo stima e gratitudine per lo straordinario lavoro svolto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Bastano piccoli gesti per trasformare un momento in un’occasione per fare del bene - commentano Rosita e Francesca Imperiale -, e ringraziare, seppur con poco, tutti coloro che si stanno battendo per noi. Vorrei che passasse il messaggio che tutti possiamo contribuire nel nostro piccolo, non bisogna cadere nell’ozio quotidiano ma alimentare le menti e il corpo con tutto ciò che c’è di bello, e così anche una bella passione può trasformarsi in una buona azione!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento