Il legame tra Palermo e i migranti visto con le immagini: concorso fotografico sull'accoglienza

E' organizzato e promosso dalla studio legale Palmigiano. Al vincitore un premio di 500 euro spendibile per l’acquisto di attrezzatura fotografica. La stessa somma sarà offerta alla comunità di Biagio Conte

Palermo città dell’accoglienza, che abbraccia il mondo e, soprattutto, i migranti del Mediterraneo. È il tema del secondo concorso fotografico "Palermo, migranti e diritti - Persone, non numeri", organizzato e promosso dalla studio legale Palmigiano, con il patrocinio del Comune e dell’Accademia delle Belle Arti per ricordare il valore – attraverso l’arte della fotografia – della parola "accoglienza", tematica per la quale la città è molto sensibile.

Al concorso potranno partecipare professionisti e dilettanti, senza limiti d’età, che dovranno inviare, entro il 30 novembre 2019, unitamente alla scheda d’iscrizione (disponibile sulla fanpage dello studio o da richiedere all'indirizzo email: segreteria@palmigiano.com) una sola fotografia in formato cartaceo o digitale, che interpreti il tema della migrazione e dell’accoglienza a Palermo.

Una giuria, composta dall'avvocato Alessandro Palmigiano, da un fotografo professionista e dal direttore dell’Accademia di Belle Arti, Mario Zito, selezionerà dieci foto finaliste che saranno esposte il 19 dicembre in una mostra collettiva che si terrà presso una delle sedi istituzionali del Comune. Al vincitore un premio del valore di 500 euro spendibili per l’acquisto di attrezzatura fotografica o beni simili. Durante la premiazione sarà donata una somma di 500 euro alla comunità di Biagio Conte, come contributo e riconoscimento da parte dell’organizzazione per l’attività di accoglienza di questi anni. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento