Comune aderisce alla fondazione Its per le Nuove tecnologie della vita "Alessandro Volta"

E' arrivato l'ok del Consiglio, che ha dato mandato al sindaco di firmare l'atto di costituzione. Ne faranno anche Università, Confindustria, Camera di Commercio, Aeffe e due aziende private. Con 250 mila euro saranno attivati corsi biennali post diploma in ambito tecnico-sanitario

Il Comune di Palermo ha aderito alla fondazione Its per le Nuove tecnologie della vita "Alessandro Volta": ente di formazione di livello post-secondario non universitario, al quale può accedere chi è in possesso di un diploma di scuola superiore. Stamattina è arrivato l'ok del Consiglio comunale, che ha approvato una delibera nella quale si dà mandato al sindaco Orlando di firmare l'atto di costituzione e di scegliere i rappresentanti in seno al Consiglio d'indirizzo della fondazione. 

Capofila dell'Its è l'istituto tecnico industriale "Volta", che ha presentato il progetto finanziato con 250 mila euro: 105 mila provenienti dal Po-Fse 2014-2020, 120 mila dal Miur e 25 mila euro a carico di privati. Della fondazione faranno parte anche il dipartimento Innovazione industriale e digitale dell'Università di Palermo, l'ente di alta formazione Aeffe, la Camera di commercio, Sicindustria Palermo, Axa Medical Care srl (azienda leader nella distribuzione di dispositivi medici, nutrizione clinica ed apparecchiature elettromedicali) e 3C Med srl (società che si occupa di vendita e assistenza di apparecchi elettromedicali). Ed è proprio in ambito tecnico-sanitario che verranno formati gli studenti che frequenteranno i corsi biennali dell'Its "Volta".

Per il Comune l'adesione in qualità di socio fondatore all'Its - che avrà sede a Brancaccio - non comporta oneri a carico del bilancio. L'amministrazione Orlando ha sposato il progetto perché, si legge dalla delibera approvata, "il rafforzamento dell'offerta educativa e formativa a Brancaccio rappresenta un obiettivo irrinunciabile" a maggior ragione in un "quartiere simbolo della nostra città con il suo intrecciarsi alla vita e all'esempio del beato Pino Puglisi". Mentre la preside del "Volta", Margherita Santangelo, nella richiesta formulata al Comune per l'adesione alla costituenda fondazione, ha spiegato che "l'Its è una risposta seria e credibile alla domanda delle imprese, attraverso un'offerta formativa altamente qualificata". 

Il sì del Consiglio comunale è arrivato giusto in tempo, visto che la costituzione è prevista entro i 60 giorni dal decreto regionale che ha approvato la graduatoria degli enti ammessi a finanziamento, pubblicato in Gazzetta ufficiale il 31 dicembre scorso. Alla delibera è stato integrato lo Statuto della fondazione, inizialmente non previsto. "Sono stati fondamentali gli emendamenti formulati da Sinistra Comune e da Mov139 - hanno detto la consigliera  Barbara Evola ed il capogruppo di Mov139 Sandro Terrani -. Per perferfezionare l'atto è stato necessario integrare la bozza di statuto perché il Consiglio comunale non può deliberare una semplice adesione ma deve approvare in toto lo statuto. L'atto così come proposto avrebbe potuto essere impugnato". "Non abbiamo fatto mancare il nostro voto in aula nonostante il giudizio politico sia negativo sulla nascita degli Its - ha aggiunto Katia Orlando, consigliera di Sinistra Comune - che si inseriscono nel solco delle riforme della scuola degli ultimi venti anni introducendo logiche privatistiche e di mercato nel mondo dell'istruzione e dell'educazione".

Il Pd: "Nasce il primo istituto tecnico superiore di Palermo"

"Una fondazione per le nuove tecnologie della vita che faccia dell'istituto Volta di Brancaccio una polo di formazione d'eccellenza, in grado di offrire alle ragazze e ai ragazzi saperi e competenze da spendere nel mondo del lavoro: è questo il senso della delibera approvata oggi dal Consiglio - ha dichiarato Toni Sala, capogruppo Palermo 2022 -. Appena diplomati, gli studenti di una delle scuole superiori più popolose della città potranno godere di un percorso formativo avanzato e in linea con la domanda che viene dal mondo delle imprese, sul modello di quanto già avviene in altri Paesi come la Germania".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Ragazzo disabile violentato nei bagni del centro commerciale, condannati due uomini

Torna su
PalermoToday è in caricamento