Alla scoperta della Sicilia: il viaggio in treno di Micheal Portillo

Alla realizzazione dello speciale evento mediatico ha collaborato l’associazione "Sicilia in treno" con sede a Palermo

E' considerato il viaggiatore in treno più famoso d’Inghilterra, e forse d’Europa. Si chiama Michael Portillo. E' il conduttore di Great Continental Railway Journeys, programma "on the road" in onda in prima serata sul secondo canale della Bbc, la televisione pubblica britannica, ed in Italia trasmesso sulle frequenze di Rai 5. Portillo ha visitato la Sicilia in lungo e in largo, effettuando riprese con una troupe televisiva britannica. Alla realizzazione dello speciale evento mediatico ha collaborato l’associazione Sicilia in treno. Portillo ha riscoperto affascinanti percorsi ferroviari di un tempo avvalendosi delle indicazioni della storica guida turistica inglese Bradshaw.

L'edizione del 1936 di questa guida ha 'accompagnato' Micheal nel tour siciliano, consentendogli singolari confronti tra il passato e il contesto odierno dell’Isola. "L’associazione Sicilia in Treno, con sede a Palermo, presieduta dall’ ingegner Andrea Bernasconi, da tempo contattata dalla londinese Boundless Production TV per dare assistenza a questo programma televisivo, ha fornito diversi spunti culturali ed attiva collaborazione - si legge in una nota - avvalendosi di soci esperti della storia delle ferrovie e della cultura siciliana in generale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La troupe televisiva ha svolto riprese in varie locations di alcune città dell’Isola ed anche a bordo di treni: lo scorso 8 maggio, si è “girato” il gran finale del tour siciliano. Portillo e sua la troupe sono saliti a bordo della famosa littorina del 1937 della Ferrovia Circumetnea, unica linea, quest’ultima a scartamento ridotto, ancora attiva nell’Isola. La storica automotrice Fiat - perfettamente restaurata da FCE con livrea bianca e rossa – è stata la protagonista della gita, organizzata da Sicilia in Treno con il supporto del personale della Circumetnea. Questo primo viaggio con treno storico - tra Bronte e Randazzo - è stato programmato da Sicilia in Treno anche per poter ospitare il set di Portillo e dei tecnici TV al suo seguito. Tra paesaggi primaverili – unici ed incantevoli – dei versanti etnei, la troupe inglese ha potuto catturare magnifiche immagini lungo il tracciato dello “stretto” binario, incastonato tra lave secolari dell’Etna, di questa ferrovia, realizzata nel 1889, da un imprenditore conterraneo del Portillo: il britannico Sir Robert Trewhella. E’ molto probabile che, prossimamente, sugli schermi TV di tutto il mondo, si potrà ammirare un particolare compendio della storia di Sicilia, realizzato attraverso le antiche ferrovie dell’Isola

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento